Shadowbox Effect

venerdì 1 febbraio 2013

IL SATANISMO di Samuele Manera


ATTENZIONE: Consiglio la lettura solo ad un pubblico adulto.

ARGOMENTI TRATTATI

- Il Satanismo nella Storia
- Le Sette Sataniche
- Le Messe Nere
- Perversioni Sacriliche


PREMESSA


Nel periodo medioevale, nel quale la società viveva condizionata dalla superstizione, vi era una netta e chiara contrapposizione tra il bene, impersonificato dalla Chiesa, e il male rappresentato da tutto quello che non rientrasse negli insegnamenti cattolici, quindi Satana. La magia, la stregoneria, i culti a Satana erano all’ordine del giorno, ed erano parte integrante della società medioevale. Con il passare dei secoli la presenza del Satanismo si fece sempre più lieve, più nascosta fino ad arrivare ai giorni nostri nei quali si fa persino fatica a riconoscerne l’esistenza. La società è indubbiamente cambiata, sono subentrate la psicologia e la psicosi, la cultura generale si è alzata notevolmente e la superstizione è quasi del tutto scomparsa. In una società come questa diventa quasi impossibile credere ancora nell’esistenza di Satana, ma questo non significa che lui non esista, anzi è presente ogni giorno nella società moderna, ha solo cambiato il suo modo di agire, di avvicinarsi alle persone per persuaderle. A differenza di come agiva in una società medioevale, quindi liberamente perché vi si credeva dichiaratamente il lui, oggi, al contrario, agisce nel silenzio e la sua grande opera è proprio questa: far credere che lui non esista.

Il Satanismo esiste da tempi immemorabili e oggi più che mai è presente in un’inquietante presenza domestica: Cinema, televisione, video giochi, siti internet, libri, fumetti, testi di canzoni. La seduzione dell’occulto, spesso sotto forma di New Age è sottile ma molto penetrante, un bombardamento mediatico che ricorda che Satana è onnipresente nella vita di tutti i giorni, come se si fosse verificata un’improvvisa conquista dell’occulto e dell’irrazionale sulle menti dei mass-media. I soggetti maggiormente colpiti da questa “nuova” tendenza all’occulto sono fondamentalmente giovani che sperimentano solitudini moderne nate anche dalla irrefrenabile tecnologia, infatti oggi tra internet, telefonini e social network i giovani, soprattutto, hanno sempre meno un approccio fisico/sociale con gli altri, ma si rinchiudono all’interno delle loro camere e trascorrono quasi tutto il loro tempo su internet e i social network, o sui videogiochi, anch’essi spesso con il proprio demone da soddisfare, oppure storditi dal rock duro, come quello di Marilyn Manson, o di gruppi heavy metal, che divulgano la cultura della morte, della violenza, della droga, del suicidio e dell’omicidio. Ed è proprio attraverso questi mezzi, apparentemente innocui che Satana manda i suoi messaggi, ed è attraverso questi mezzi che nasce molto spesso l’interesse all’occulto, basta pensare che un sito internet, definito come “satanico”, ha in media 75mila visitatori al giorno. Anche la cronaca segnala un numero sempre più alto di delitti di stampo satanico. Chi diventa “figlio di Satana” lo fa per scelta o per ribellione, perché crede di acquisire più forza, più importanza, più prestigio, tutto quello insomma che la società moderna richiede. Consapevole del fatto che dovrà commettere azioni trasgressive, contro l’etica e la morale, consapevole anche del fatto che per raggiungere tali obbiettivi occorre fare del male, e lo fa.


IL SATANISMO NELLA STORIA


Con il termine Satanismo ci si riferisce a quei movimenti religiosi la cui devozione è indirizzata alla figura di Satana. Questo termine appare per la prima volta, inteso come fenomeno religioso, nel 1565 nel libro di Thomas Harding, “An apologie of the Church of England”, dove si legge: “Il significato del tempo in cui Lucifero per primo portò in Germania la coppa avvelenata delle sue eresie, delle sue parole blasfeme, dei satanismi”. Se il termine satanismo appare per la prima volta nel 1565, non era così per la cultura generale dell’occultismo in Europa. Già nel 1500 Firenza era famosa per essere meta di astrologi e maghi rinascimentali. Caterina De’ Medici, soprannominata la “regina nera”, sposò Enrico II Re di Francia e con il suo arrivo a Parigi incrementò l’occultismo alla corte francese. Anche Maria Medici, insieme a Eleonora Galigai, continuò la tradizione occultistica presso la corte di Francia sotto Enrico IV. Nella Francia di Luigi XIV, l’indovina Geneviève Pasquier praticava rituali di magia nera, mentre Jeanne Marie Bouveir, conosciuta anche come Madame Guyon, operava come sacerdotessa di Satana. Ma si racconta che fu Catherine La Voison, che assieme a personaggi aristocratici della corte francese, dette vita a pratiche rituali volte all’adorazione di Satana, che per la prima volta presero il nime di “messe nere”, definizione rimasta in vita fino ad oggi

Il successo del satanismo in Europa e in Italia non è comprensibile se non si tiene conto dell’antica tradizione occultistica e iniziatica che per secoli ha interessato le diverse nazioni europee con un forte potere a volte anche politico. E si, anche nella politica, passata e attuale, vi sono condizionamenti occulti, basti pensare come fin dal 600 tradizioni magiche occultistiche si rifacevano a conoscenze e rituali adottati da gruppi massonici dediti a parodie anticlericali. La massoneria è una setta ben conosciuta ancora oggi di cui è risaputo che molti politici ne fanno parte. Il successo del Satanismo arriva anche da una ricca eredità lasciata da Aleister Crowel, fondatore del satanismo moderno e divulgatore, negli anni sessanta, di una dottrina basata sulla ricerca del piacere svincolata da ogni freno morale, a cui oggi la ritualità dei moderni satanisti deve moltissimo.
Il Satanismo è oggi una dottrina che elabora una serie di azioni rituali che hanno come oggetto l’adorazione di tutto quello che è contro alla teologia giudaico-cristiana. Presenta una ribellione totale all’etica, alla morale e all’ecosistema. I valori dei satanisti sono anti-istituzionali e dissacratori di tutto ciò che è sacro, spesso con pratiche sessuali ripugnanti e sacrifici umani o animali, tutti rituali che vengono svolti durante i culti a Satana. Il satanismo, se pur nascosto, è presente notevolmente nella società moderna e molti, più di quello che si possa pensare, sono i suoi seguaci. Satana agisce oggi nel silenzio, attraverso messaggi subliminali, ed è proprio nel silenzio che molti sentono il suo richiamo assordante.


LE SETTE SATANICHE


Secondo una ricerca stimata dal professor R. Noblet, docente dell’Università del Sud-California, in America nel 1946 erano attive 10.000 congreghe sataniche. Nel 1976 diventarono 48.000 e nel 1985 addirittura 135.000. Alla fine del XX secolo, secondo alcune statistiche, i satanisti presenti solo sul territorio degli USA, erano più di 1.135.000. E anche l’Italia non scherza in quanto statisticamente, “Poliziamoderna”, il periodico ufficiale della Polizia di Stato ha fatto il punto della situazione italiana. In Italia le sette sataniche, individuate, sono circa 8mila, con oltre 600.000 adepti. Le occasioni per aderirne sono tante: internet, negozi di musica gotica, raduni camuffati da feste, ma è difficilissimo uscirne, o meglio uscirne vivi. Un universo sotterraneo che di tanto in tanto emerge attraverso tragici casi di cronaca nera. Nella maggior parte dei casi si tratta di gruppi molto piccoli, in modo da riunirsi con facilità e più difficili da individuare. Molto grave è l’allarme sui minori. Secondo i dati di Telefono Arcobaleno sarebbero 33 su 100 i giovanissimi attratti da satanismo, stregoneria e occultismo, lettori di pubblicazioni e siti internet del settore o, ancora peggio, coloro che sono stati vittime di abusi. Il 3% avrebbe un’età compresa tra i 6 e i 10 anni, il 9% tra gli 11 e i 14, il 21% tra i 15 e i 17. Giovanissimi lasciati sempre più soli a se stessi, anche dalle famiglie, che si ritrovano bombardati da messaggi satanici subliminali presenti in internet, tv, videogiochi e musica, che vedremo in seguito.
A Roma, Milano, Torino e Firenze e alcune altre città italiane si ritiene che siano attivi diversi gruppi satanici nel medesimo territorio, vediamo alcune di queste sette:

Chiesa di Satana: si è formata tra il 1968 e il 1970 a Torino in seguito a contatti con la Chiesa di Satana californiana, fondata da Anton Szandor La Vey nel 1966, riconosciuto dai suoi seguaci come il “Papa Nero” e che scrisse La Bibbia di Satana, la quale diete istruzioni e guida. La setta pratica magia sessuale. Il rituale della messa nera ha al suo centro la consumazione di una mistura di secrezioni sessuali denominata “amrita”. Nel corso delle celebrazioni viene gridato l’odio per Dio, attraverso la profanazione del crocifisso e l’uso di amuleti. La setta opera in estrema riservatezza.

Chiesa di Satana: nata anch’essa intorno agli anni 1970, a Torino, porta lo stesso nome della precedente, ma rappresenta un’organizzazione diversa. Mentre la prima ha origini californiane, la seconda ha contatti con organizzazioni sataniste francesi con cui mantiene i rapporti fin dalla sua nascita. La setta celebre, a volte, i suoi riti all’aperto nelle campagne. La messa nera ha elementi di magia sessuale. Anche questo gruppo opera in estrema riservatezza. Secondo un responsabile di una delle sette sataniche cittadine le due chiese sataniche vantano più di 40mila seguaci.

Associazione srl dei Bambini di Satana: fondata a Bologna da Marco Dimitri nel 1982 si dichiara satanista di “stile pagano” e fonda i Bambini di Satana con sede a Bologna. Tra gli anni 1980 e 1990 la setta si mette in evidenza per le frequenti scorribande notturne tra chiese sconsacrate e cimiteri della Romagna e delle Marche. I riti includono elementi tantrici e magia sessuale, tutti hanno rapporti con tutti. L’iniziazione avviene tracciando il numero 666 con il sangue di Dimitri, sulla fronte dell’iniziato, che riceve così il marchio della Bestia. Il novizio deve scrivere un patto nel quale dichiara fedeltà assoluta all’opera magica e si proclama Satana, dio di se stesso, firmandolo poi con il proprio sangue. La dottrina impone che tale giuramento sia per la vita, non si può più tornare indietro. Nel tempio si celebrano matrimoni eterosessuali e omosessuali, matrimoni a tre e incestuosi (qualsiasi grado di parentela). Il satanismo di Dimitri sembra di tipo razionalista-pagano: “Alla materia dell’universo noi abbiamo dato il nome di Satana, noi siamo Satana, non ammettiamo alcun Dio all’infuori di noi”. Ma dall’altro canto si afferma pure che “Satana e i suoi demoni sono il nucleo della materia in eterna trasformazione, in continuo movimento…Dio non può dove Satana regna”. Nel 1996 la setta è stata oggetto di un’inchiesta giudiziaria per violenza carnale nel corso di messe nere su una ragazza sedicenne e su un bambino di circa tre anni. Le indagini hanno portato alla luce ramificazioni della setta in altre città italiane.

Chiesa Nera Luciferiana: detta anche Congregazione Luciferiana, nata a Roma nel 1890 e guidata (fino alla sua morte) dall’occultista Sergio Gatti, in arte Efrem del Gatto, che univa all’attività di satanista quella di mago a pagamento. Del Gatto dichiarava di aver ricevuto sette manifestazioni di Lucifero. La setta segue il culto di Lucifero, ritenuto il “principe perfetto” di gran lunga superiore a Dio. Nei riti si eseguono flagellazioni e azioni liberatorie e, durante la messa nera, si tagliuzzano mani e braccia per offrire sangue a Lucifero.

Impero dei Ribelli Luciferiani: sono l’espressione tipica di quella frangia del movimento giovanile punk-anarchico influenzato dallo stile cosidetto dark o gothic e dalla musica black metal. Individuati come responsabili di numerose incursioni in alcuni cimiteri e chiese per sconsacrarli.

Luciferiani: i membri di questa setta, nata a Torino, adorano Lucifero e si definiscono apportatori di Luce Nera. Durante le loro oscure cerimonie sono soliti utilizzare lunghi sai neri con cappuccio e si radunano per compiere i loro riti in una cappella sconsacrata. Sulla parte di fondo della chiesa è raffigurato il Capro di Mendes o Becco di Sabba, disegnato da Eliphas Levi nel “Rituale dell’alta Magia”, il cui capo è ornato dalla fiaccola, simbolo di Lucifero, che vuol dire “portatore di luce” e che era tra tutti i cherubini il “più luminoso”.

Eletti di Satana Astarottiani: si tratterebbe di una nuova setta nata dalla fusione della setta romana “Eletti di Satana” e quella di Berlino, i “Seguaci di Astaroth”. Responsabile della setta italiana sarebbe Veronica Escobar, mentre la setta romana sarebbe stata diretta da Patrizia Silvestri. La setta a sedi a Roma, Bologna, Firenze, Genova, Torino, Treviso, Udine, Ancona, Rieti, Lucca, Milano, Palermo e Bari. Per farne parte bisogna pagare una tassa d’iscrizione di oltre cinquemila euro. Le attività della setta consistono nell’adorare il diavolo, nella pratica di riti di magia nera e magia sessuale. Secondo la Escobar alla setta affluiscono soprattutto le persone rifiutate dalla Chiesa Cattolica, in particolare gli omosessuali. La setta balzò agli onori della cronaca diversi anni fa quando al motto “La Chiesa vi toglie, Satana vi dà”, alcuni suoi seguaci distribuirono ai passanti delle banconote da 50mila e 100mila lire. Il fatto avvenne in otto città italiane.

Confraternita dei Cavalieri della Freccia d’Oro: per farne parte a tutti gli effetti è necessario passare attraverso varie iniziazioni. Una di queste è nota come il “rito dell’immpiccagione”. Il rito si svolge all’interno della “grotta delle esecuzioni” posta sotto il Tempio dell’Amore Satanico, luogo cerimoniale della Confraternita dei Cavalieri della Freccia d’Oro: qui si erge il patibolo pronto a impiccare l’iniziato. Il momento culminale del rito vede l’adepto, completamente nudo e libero, salutare l’assemblea e dirigersi al patibolo. A questo punto il Mago-Guerriero mette la corda attorno al collo dell’iniziato che comincia la sua ascensione allo spazio vuoto. Si tratta indubbiamente di un istante in cui lo strangolamento minaccia di essere fatale. L’iniziato, svenuto, allora scivola, sostenuto dal Mago, sul pagliericcio, e viene ricoperto da un panno di seta gialla, messo fin dall’inizio ai piedi del patibolo. Seguono quindi altre pratiche rituali espletate con la partecipazione di una donna adeguatamente informata, chiamata Dama, e finalizzate al completamento del rito, che si conclude con una sorta di matrimonio esoterico-simbolico fra l’iniziato e la Dama, dove non sono assenti pratiche esplicite di carattere sessuale.

Tempio di Seth: è uno tra i più importanti gruppi satanici americani, fondato del 1975 da Michel A. Aquino, dopo che questi lasciò la Chiesa di Satana americana. Il suo gruppo è devoto a Seth, il dio egizio, considerato il precursore del Satana dei cristiani. Aquino si è scisso da La Vey sulla questione dell’esistenza di Satana. La Vey la negava, mentre Aquino l’affermava. La dottrina di Aquino mira a risvegliare la divinità degli individui per mezzo di atti consapevoli della volontà e dell’intelletto. Il gruppo crede che nel cosro dei secoli Seth sia intervenuto nell’evoluzione umana per creare una nuova specie che possiede un’intelligenza superiore, non naturale. La filiale italiana si trova a Napoli ed è stata accusata di aver organizzato una messa nera nei sotterranei dello stadio San Paolo.

Iod Astrum Aurum: nel settembre 1994 venivano segnalati sul quotidiano “Il Piccolo” alcuni episodi di riti satanici celebrati in una grotta nei pressi di Padriciano (Trieste). Dalle indagini è risultato l’esistenza di un gruppo satanico, i cui adepti, durante le messe nere facevano uso di sostanze stupefacenti, immolavano animali, profanavano ostie consacrate e altri paramenti sacri rubati nelle varie Chiese, svolgevano pratiche sessuali contro natura. Tutti gli adepti sono stati identificati.

Ierudole di Isthat: misterioso gruppo satanista tutto femminile, di cui si è scoperta traccia a Pescara. Adorano Isthat, dea babilonese dell’amore e della vita sessuale. Oltre all’aspetto erotico ha anche una funzione bellica e astrale ed è simboleggiata da una stella con 8 raggi.

Loggia Nera: i seguaci di questa setta satanica si radunano in una casa privata di Roma. Si sono fatti conoscere tramite la rivista di controcultura “Torazine”. Dichiarano che il corpo di Satana è composto dall’erotizzazione degli esseri umani e propongono una via satanica alla conoscenza. Riconoscono Anton La Vey come il Papa Nero e sostengono le dottrine di Crowley. Spiegano che grazie alla vita satanica, gli odori, i sapori, gli umori, dei nostri corpi diverranno macchine da guerra tese alla dissoluzione della cultura cristiana attraverso la vera santificazione senza tempo: il godimento.

666 Realtà Satanica: la setta è stata fondata a Milano da Filippo Scerba, noto come “Principe Demus”. In genere i suoi membri si ritrovano in case private o presso negozi di dischi o articoli magici. Scerba, la cui formazione satanica risente degli insegnamenti della Wicca luciferina (diffusa soprattutto in Francia) e dai contatti con la Chiesa di Satana di Anton La Vey, elabora una dottrina tutta personale: Satana è figlio di Dio e fratello di Gesù Cristo; la Terra è un pianeta di livello non particolarmente elevato dove tutto nasce e muore; esiste la reincarnazione e diverse entità e demoni. Degli insegnamenti di La Vey, Scerba ne adotta uno come principio fondamentale: “ i forti prevalgono sui deboli”. Fra i rituali c’è il “rito della mano del morto”, consistente nello scavare una tomba scavata di fresco, tagliare la mano del cadavere, coricarsi nella bara, che viene richiusa per un breve tempo, poi, una volta finito il rito, risistemare la tomba come era prima; il rito “del bue (o capra)”, consistente nel sacrificio di un animale, in genere all’aperto, che viene legato a quattro alberi, che corrispondono a “Lucifero, Satana, Levitan e Belial”, dopo di che viene squartato, il sacerdote immerge l’adepto nelle viscere dell’animale, il quale dopo il rito potrà essere bruciato, sepolto o consumato. Poi c’è il “rito del palo” tipico rito sessuale.

Orgasmo Nero: setta satanica clandestina di Roma. Sembra che gli adepti siano dediti alla pedofilia e a ogni sorta di connubio sesso-morte. Adorano Belzebuth dalle ali di pipistrello, di cui dicono di essere figli prediletti. Secondo alcuni, gli adepti di questa setta praticherebbero il vampirismo e farebbero uso di droghe.


Queste sono solo alcune delle sette sataniche presenti nella nostra società moderna, alle quali migliaia di persone ne sono diventate seguaci e ogni giorno ce ne sono altrettante che ne diventano o sono potenziali adepti. Come abbiamo detto prima numerosi giovani che nella loro solitudine ritrovano interesse e attenzione in gruppi satanici, ma anche chi, per ignoranza, culture arcaiche, come quelle di alcuni paesi come del sud Italia, sono legate ad usanze e tradizioni apparentemente innocue che, invece, aprono canali al mondo dell’occulto, il quale non va considerato come un gioco, ad esempio fare sedute spiritiche o quant’altro, perché è proprio attraverso queste sottilezze che Satana fa il suo gioco.


LE MESSE NERE


La messa nera è un rituale satanico nato come parodia della messa domenicale cristiana. Si pensava
venissero inizialmente praticate nel Medioevo dalle streghe, ma si sono sempre celebrate e si celebrano ancora tutt’ora nella società moderna. Le messe nere, al di là di rituali che possono appartenere ad una specifica setta, si svolgono alla base di principi e rituali in comune.
Nella messa nera sono importanti gli strumenti e l’abbigliamento per la celebrazione delle messe nere, che hanno un particolare significato. Il colore nero simboleggia i Poteri dell’Oscurità, i maschi devono indossare tuniche nere, preferibilmente con cappuccio, che coprano completamente il volto in modo da garantire l’anonimato, specialmente nei confronti degli adepti delle classi minori e poter dare libero sfogo alle proprie voglie senza alcun ritegno. Le tuniche devono essere indossate prima di entrare nella stanza del rituale e essere indossate per tutta la cerimonia. Per le donne, in alcune congregazioni non è previsto nessun anonimato, queste risultano essere per la convenzione solo “carne su cui far scoppiare i propri impulsi bestiali”. Devono perciò indossare abiti sessualmente eccitanti, con lo scopo di scatenare le pulsioni dei maschi, intensificando in questo modo l’esaltazione. La scarica di adrenalina assicurerà un’attività di energia magica più intensa così da rendere il lavoro più efficace. Le donne più anziane, ormi non più in grado di suscitare tali desideri carnali, dovranno semplicemente vestire di nero. Tutti i partecipanti comunque dovranno indossare amuleti satanici come ad esempio il Sigillo di Baphomet e il tradizionale pentacolo di Satana.
Il simbolo di Baphomet, rappresentato dalla testa di un capro, viene posto sul muro sopra all’altare. Rappresenta i poteri dell’oscurità combinati con la fertilità generativa del capro, e il capro è Satana. Altro simbolo importante è il pentacolo, che nella sua forma “pura” raffigura un uomo che con gambe e braccia aperte disegna una stella a cinque punte: tre in alto e due in basso. La stella a cinque punte, così disposta, vuole simboleggiare la natura spirituale dell’uomo. Mentre la stella a cinque punte, rovesciata, usata nel satanismo vuole rappresentare gli istinti carnali dell’uomo e quindi l’opposto della sua natura spirituale. Quindi la stella risulta capovolta, con due punte verso l’alto e tre verso il basso, così disposta il pentacolo racchiude perfettamente la testa del capro. Le corna di Baphomet, secondo la dottrina satanica, rappresentano il dualismo: l’eterna lotta tra il male e il bene. Mentre le tre punte capovolte stanno ad indicare la negazione della trinità divina. Le parole ebraiche all’interno e intorno al cerchio che racchiude il pentacolo, stanno a significare il Leviathan: il serpente degli abissi, ovvero Satana in persona.
L’altare, elemento essenziale per la messa nera, deve essere rigorosamente realizzato con “carne e sangue”. Infatti il satanismo non è la religione dello spirito, ma della carne e per questo il corpo di una donna nuda sarà l’altare perfetto sul quale celebrare il rituale. La donna ricopre, in quel momento, il ruolo di “ricettore naturale passivo” e rappresenta contemporaneamente la madre terra. L’altro scopo dell’altare di “carne e sangue” è quello di provvedere un punto centrale su cui concentrare l’attenzione degli adepti durante la cerimonia. L’altare deve essere illuminato solo dalla luce delle candele, sono permesse solo candele di colore nero o bianco. Alla sinistra dell’altare deve essere posta una candela nera, a simboleggiare i “Poteri delle Tenebre ed il Sentiero della Mano Sinistra”, sulla destra dell’altare viene posta una candela bianca, a simboleggiare l’ipocrisia di quelli che seguono il “sentiero della mano destra”. Non è permesso utilizzare più di quella candela bianca, mentre le candele nere vengono utilizzate al fine di illuminare la stanza delle cerimonie. Le candele sono considerate il simbolo di Lucifero: “il portatore di luce, la fiamma vivente, il bruciante desiderio, la fiamma dell’abisso”. Durante il rituale vengono scritti su una pergamena le “sacre richieste dei partecipanti” che verrà successivamente bruciata dal fuoco sacro delle candele. Il sacerdote conficcherà la sua punta della “Spada del Potere” nelle pergamene contenenti le richieste, non prima però che vengano lette a voce alta. Sarà la fiamma delle candele che avrà il compito di inviare il messaggio a Satana.
L’offerta a Satana, nelle messe nere, più praticata è sicuramente l’orgia. L’energia sessuale che si presume ne scaturisca è fondamentale per i satanisti. Si presuppone che l’energia che emana serva ad avvicinarsi all’entità malefica che si desidera evocare. Importanti sono le funzioni sessuali, in particolare le secrezioni sessuali dell’uomo e della donna, che raccolte nel “calice dell’estasi” e mischiate con vino, o altri alcolici, ed il sangue di tutti gli appartenenti alla setta, vanno a comporre una bevanda, chiamata “amrita” viene bevuta dal sacerdote e da tutti gli adepti, seguirà poi l’invocazione di Satana.
I satanisti eseguono i loro rituali per garantire la realizzazione delle proprie brame, l’ingrediente principale di tutti i rituali è il desiderio. Il motto dei satanisti infatti è: FAI CIO’ CHE VUOI!
Un'altra componente essenziale delle messe nere è il sacrilegio, in tutte le sue forme e sue manifestazioni, l’eccitazione che deriverebbe da tutti questi atti sacriligi e blasfemi genererebbe una forza mistica essenziale al fine stesso delle messe nere.


PERVESIONI SACRILICHE


Nei rituali satanici il sesso è il fulcro energetico al quale attingere allo scopo di invocare l’entità demoniaca in questione, o lo stesso Lucifero. È attraverso il sesso e l’orgasmo che si scaturirebbe l’energia magica capace di invocare il signore del male. Gli atti di perversione diventano quindi ritualizzati al fine di raggiungere l’orgasmo. Questo diventa quindi motivo per cui le sette sataniche diventano, spesso, ritrovo di ogni perversione sessuale. All’interno dei culti satanici le perversioni sessuali diventano virtù, così individui fortemente disturbati e patologici possono trovare all’interno delle sette sataniche ammirazione. Persone che possono essere portatrici di deviazioni più o meno gravi che vengono giustificate all’interno del satanismo, le quali possono essere classificate come “parafilie”, ovvero, secondo la psichiatria, sono fantasie, impulsi sessuali, comportamenti ricorrenti e intensamente eccitanti sessualmente, che in genere riguardano: oggetti inanimati, la sofferenza o l’umiliazione di se stessi o del patner, bambini o altre persone non consenzienti.
Inoltre nel satanismo tutti gli impulsi irrealizzabili e la continua perversione della sessualità, oltre a trovare libero sfogo nel satanismo, possono facilmente far cadere i soggetti in deliri mistici, definibili con il termine “domonomanie” che stanno ad indicare ogni credenza che sostiene la possibilità di rapporti con esseri di natura demoniaca. Per raggiungere questo scopo i satanisti effettuano uno spostamento della sacralità, quindi il divino passa da oggetto spirituale a oggetto materiale attraverso una rappresentazione fisica, il “feticcio”.

Il Feticismo: è il trasferimento, lo spostamento dell’oggetto del desiderio sessuale dalla persona a un suo sostituto: uno spirito, un demone femminile o maschile, una divinità infernale. Il feticcio può essere un oggetto, una statua, un elemento simbolico, parte del proprio corpo. Nei feticisti l’interesse sessuale è su una o più parti del corpo, senza la quale il coito non darà nessun appagamento.

Statuofilia: feticismo delle statue, ossessione sessuale in cui una statua prende il posto di una persona viva o di una divinità come oggetto dell’atto sessuale. Il Satana di turno, oltre ad essere rappresentato dal sacerdote leader, può essere incarnato da un feticcio, spesso un idolo di legno oppure statua, con gli attributi sessuali pronti per la copula.

Oscularum Infame (o bacio osceno): nel satanismo è il bacio di alleanza con Satana, di solito consiste nel baciare l’ano di una personificazione di Satana: il sacerdote della congrega o un caprone. Gesto di totale sottomissione e simbolo di rovesciamento dei valori convenzionali.

Esibizionismo: gli adepti che partecipano all’orgia si procurano piacere nell’esibire i propri genitali al gruppo. L’esibizionismo è anche largamente utilizzato in quella che i satanisti definiscono la “caccia all’anello”. Consiste nell’invio di alcuni membri della setta satanica che indossano indumenti estremamente eccitanti a pervertire, a scopo rituale, i “puri di cuore” pere attirarli alla congrega satanica e usare la loro energia sessuale considerata magica.

Masochismo: il piacere sessuale è legato al proprio dolore fisico. In questa perversione si ritrovano molte altre degenerazioni di sottomissione, sia psichica che fisica, come per esempio il picacismo.

Picacismo: un disturbo del comportamento alimentare che induce nell’ingerire continuamente sostanze non nutritive, che nel tempo diventano dannose, come terra, sabbia, carta, legno, ma non solo si avverte pulsione sessuale anche nel mangiare parti del corpo umano o i suoi prodotti: pelle, unghie, sudore, saliva, feci, urina, cerume, muco nasale, croste, pus. Tali pratiche rientrano nel mondo onirico e rituale delle messe nere. Molte di queste attività rimandano poi ad altre specifiche perversioni come il vampirismo e il cannibalismo.

Spermotofagia: molta importanza rivestono i liquidi e gli elementi corporei perché ad essi viene attribuito un valore magico: lo sperma, ad esempio, rappresenta il simbolo della vita. Berlo farebbe acquistare poteri di imprecisata natura. Nel satanismo il cibarsi dello sperma può assumere una funzione vampirica. Il vampiro cerca un donatore da mungere per avere a disposizione una costante energia psicosessuale vitale o energia magica fino a saziarsi completamente.

Sodomia: La sodomia è un termine usato comunemente per descrivere l’atto specifico del sesso anale. Nel satanismo assume un’utilità sacrificale. In diversi gruppi satanici viene considerata il sacrificio sessuale satanico per eccellenza. Tutti all’interno di queste sette devono praticarlo, uomini su uomini, uomini su donne, donne su donne, con l’uso di protesi di vario tipo, e donne su uomini con la stessa modalità. Anche questa pratica ha un significato magico legato all’energia, energia che può venire riutilizzata, secondo i satanisti sul piano materiale senza nessun limite. La sodomia viene anche utilizzata come segno di sottomissione al sacerdote della setta o come offerta rituale.
Sadismo: il piacere è dato nel dare sofferenza sia fisica che psicologica ad altri. Nel sadismo l’istinto sessuale erotico trova eccitazione e appagamento solo nella sofferenza della “vittima”. Il sadismo può rivelarsi l’anticamera di un evento maggiore: l’omicidio rituale.

Vampirismo: per la letteratura e la leggenda il vampiro è un seducente e misterioso “morto vivente” che passa le ore diurne rinchiuso in una bara per poi riemergere nel buoi della notte e saziarsi del sangue di giovani donne. Questo è il mito, nella realtà crediamo che i vampiri non esistano, invece non è così. Certo non sono allergici all’aglio e terrorizzati dai crocifissi, non dormono in bare per essere protetti dalla luce, ma i vampiri esistono e mietono le loro vittime. Il vampirismo oggi trova anche il suo spazio in diversi siti web, siti nei quali si trova tanto di regolamento del “buon vampiro”: regole di galateo, indicazioni medico e giuridiche. Tutto il necessario per assecondare la propria inclinazione vampiresca in totale “sicurezza” e “buon gusto”. Nel vampirismo il soggetto per raggiungere l’estasi religiosa o l’eccitamento sessuale, deve bere il sangue umano. Si può trattare del sangue vaginale della vagina offerta sull’altare, dal sangue fuoriuscito da tagli praticati sulle braccia degli adepti, del sangue della vittima sacrificale (uccisa). In questo caso, dei sacrifici umani, il sangue viene versato in una coppa e distribuito come “comunione eucaristica” fra gli iniziati. Pratiche rituali delle messe nere che hanno lo scopo di oltraggiare i normali costumi sociali incuranti dell’ordine igienico sanitario.

Necromania: una perversione determinata da un impulso irresistibile, patologico che porta a ricercare il contatto con la morte. Il piacere e l’attrazione morbosa per i cadaveri. Questo tipo di patologia attraverso due momenti: il primo nel trasformate tutto ciò che è vivo in morto, il secondo è quello di mantenere più a lungo possibile il contatto fisico con il cadavere stesso. In genere il mondo satanista è caratterizzato da un’attrazione per tutto ciò che è oscuro e malsano, comprese le pratiche di morte come la necrofilia (stupri di cadaveri per raggiungere il piacere sessuale), il necrosadismo (perversione per cui il piacere è provato nel commettere atti sadici su cadaveri sia umani che animali), la necrofagia (perversione in cui il soggetto prova piacere nel cibarsi di carne di cadaveri) e l’antropofagia (perversione in cui il soggetto prova piacere a cibarsi di carne umana, ma si distingue dalla necrofagia perché la vittima è ancora viva). Alcuni individui o gruppi satanici amano soprannominarsi Thanatos (morte) o inserire questo nome nelle loro attività.

Cannibalismo: il cannibalismo viene usato in molti cerimonie sataniche con rituali lunghi e complessi, nei quali viene mangiata la carne umana delle vittime sacrificali. Nella prospettiva del cannibalismo ci possono essere diverse spiegazioni che spingono a uccidere e mangiare le vittime sacrificali. Uno di questi è perché il soggetto cannibale è convinto, nel suo delirio psicotico, che questo sia la volontà di una divinità che lui sta servendo oppure per ingraziarsi una divinità, o anche la convinzione che mangiandone le carni, della vittima, si possa assorbire la sua forza e virtù.

Insomma un quadro sconvolgente di quanto nelle sette sataniche vi siano le più terribili perversioni, un ambiente dove non esiste nessun tipo di regola morale, civile, sessuale, tutto è propenso a sconfinare la natura umana per dare spazio e giustificazione ad ogni crimine e scempio venga commesso. Queste cose accadono quando ormai vi si è dentro, quando ormai la mente è completamente soggiogata, ma la porta di accesso al satanismo è facilmente accessibile e, molto spesso, ci si ritrova ad averla varcata senza nemmeno rendersene conto. Bisogna fare attenzione anche ai minimi impulsi che televisioni, giornali, videogiochi, musica ecc possono darci, soprattutto avere una particolare attenzione a quello che i nostri figli sono abituati ad ascoltare, guardare, giocare perché non tutto è innocuo come può sembrare.

28 commenti:

  1. Ma vi prego! Cercare una fonte per un articolo oggi non è difficile! Se invece vogliamo fare demagogia o propaganda...beh allora l'articolo è perfetto!

    RispondiElimina
  2. Nomadista culturale5 luglio 2013 10:13

    Articolo del tutto fuorviante e privo della minima attendibilità. Un'accozzaglia di luoghi comuni e beceria assortita, che su Famiglia Cristiana andrebbe perfettamente, ma che un qualsiasi satanista serio rifiuta in modo totale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe sapere quale sia la tua opinione sul satanismo allora. Grazie

      Elimina
  3. Il Manera ha mirabilmente inanellato una serie di pratiche reali. Per voi ignobili esseri che vi permettete di dubitare senza avere dati attendibili in mano riporto il caso personale che ha coinvolto il sottoscritto. Sono stato fidanzato con una napoletana (che non avrei problemi a chiamare per nome e cognome per rendere ancora più verosimile la storia, dirò solo che si chiama Esposito di cognome) che alla morte della madre ( e dopo qualche mese del padre, anche lui ammalatosi di cancro) ha lasciato la sua città e si è trasferita in Belgio (grazie alle conoscenze del genitore). dove ha aderito ad una setta satanica. Sono andato io stesso in Belgio a tentare di dissuaderla ma sono stato allontanato da loschi figuri che, come testimoniato da lei, facevano parte della sua "Confraternita". Inoltre aveva perso visibilmente peso aveva dei tagli sulle guance.
    Ai polsi aveva dei tagli molto vistosi e quando le ho chiesto a cosa erano dovuto mi ha risposto "Io con la mia confraternita ci nutriamo di sangue tra noi. Lo faccio anche da sola io".... A malincuore sono dovuto tornare in Italia con il dolore nel cuore. Questa 25enne è ormai perduta. Svegliatevi coglioni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie per la tua storia e' di sicuro un monito in più a guardarsi bene da certe situazioni.

    RispondiElimina
  5. Ragazzi, ho la sensazione che qui si confonda il satanismo, che non è altro che un culto, con la delinquenza. purtroppo gli episodi reali di cui parla il Manera esistono, ma NON ad opera di satanisti. Chi dice di essere satanista e fa queste porcate, non lo è. Al contrario, è un delinquente da denunciare, che sfrutta il nome e la finta maschera del "ribelle" per farsi i comodacci suoi, alla faccia dei fessi che ci cascano. Ma questo non capita solo per il satanismo, succede per qualsiasi cosa. Esistono sette di ogni genere e tipo, che maltrattano e sfruttano i deboli che fanno lo sbaglio di entrarci, non solo "sataniste", in compenso i satanisti autentici tutte queste cose non le fanno. Così come non le fanno nemmeno tutti gli appartenenti ad altri culti realmente seri. Certo, se basta darsi un tono da santone e iniziare a spennare i polli che capitano sottomano, allora si può scegliere anche il culto della mucca pazza. I satanisti veri queste cose non le fanno, non delinquono e non vogliono il "male". E questo ve lo posso garantire da satanista, proveniente da una famiglia di satanisti credenti e praticanti. Non abbiamo mai mangiato nessuno, non abbiamo mai profanato tombe, non abbiamo mai spacciato droga o ucciso persone. In compenso abbiamo spesso aiutato le FdO a togliere di mezzo tanti delinquenti di questo tipo, che infangano un culto che di per sè non ha nulla di peggio rispetto agli altri. io,da satanista, vi dico: alla larga dai santoni e dalle "sette sataniche", chi vuole può trovare veramente gruppi seri e legali, senza andarsi a cacciare nei guai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strumentalizzando satana hanno creato 30000 religioni , che quando devono difendersi dalle loro contradizioni.........ecco che si tira in ballo satana, ........vedi i farisei per difendersi dalle verità di Gesù gli davano del demonio.......parli per mezzo di belzebù. ..credetemi satana fà molto comodo alle religioni organizzate. è un bel aiuto per farti stare zitto.

      Elimina
    2. La parola satana viene usata nella Bibbia. Nell'antico e nel nuovo testamento, per indicare spesso uno spirito avversario e oppositore. Perciò si identifica il satana con un angelo accusatore e avversario o con una pluralità di angeli decaduti. Gesù Cristo usa la parola satana in varie occasioni sia in riferimento ad un essere spirituale sconfitto che a chi gli era di scandalo o di ostacolo. Probabilmemte questo termine era usato dai Giudei anche in senso figurato. L'ebraismo e il cristianesimo non sono religioni organizzate, bensì rivelate. Questo significa che le verità di fede proposte non sono invenzione umana ma si ritiene siano state rivelate in ma iera soprannaturale dallo Spirito di Dio, tramite i profeti e poi tramite io Cristo. La strumentalizzazione della religione è cosa deplorevole, mentre impugnare la verità conoscita per rivelazione è peccato contro lo Spirito Santo. Non è lecito strumentalizzare neppure quanto conosciuto circa il satana spirituale o satana angelico. In altre parole, non è lecito inventarsi attributi da riferire al demonio, all'avversario o al satan,i quali non si deducono dalle Scritture. Il satanismo non ha basi dottrinali. Nell'articolo si parla di un satanismo inventato dagli uomini, che rende quasi mai un culto di adorazione ad un angelo decaduto o ai loro principi e non sono venerati i demòni. Cosa c'entra il satan biblico che si pensa essere una creatura angelica con l'oggetto del satanismo contemporaneo? Niente, poco o niente, perché il satanismo contemporaneo è diventato culto dell'ego, esaltazione del godimento e delle passioni, con derive erotiche, necrofile, vampiristiche, ecc che hanno completamente perso di vista ogni attendibile dottrina circa la creatura spirituale che gli antichi e gli Ebrei chiamavano satana.

      Elimina
  6. Ciao Lorena, ho letto il tuo commento e non posso essere d'accordo su quanto scritto. Non perché tu sia satanista e abbia qualche pregiudizio in merito. Non condivido affatto il tuo credo essendo invece Cristiano, ma ogniuno sceglie consapevolmente la strada da intraprendere. Quello che non condivido è che rifiuti di ammettere che alcuni gruppi satanici, probabilmente estremisti, praticano purtroppo cose sconvolgenti come quelle di cui ho parlato prima. Tu puoi non condividerle certe cose, e nel tuo modo di credere sono cose dalle quali ti dissoci, ma non puoi affermare che non siamo verità o che non appartengano ad alcune sette sataniche. Vedi anche io da cristiano devo ammettere, come ho fatto anche in questo blog, che ci sono azioni da parte della chiesa di Cristo che non non rispecchiano il volere di Dio e dei suoi insegnamenti. Ma bisogna ammetterli e riconoscerli per far sapere alle persone la verità e la giusta strada da seguire. Concludo solo dicendoti che io non so perché tu è la tua famiglia abbiate scelto la strada di Satana, ma se davvero questo e il vostro credo dovreste esattamente sapere che la vita eterna che vi aspetta non è di certo migliore da quella offerta da Dio perché anche Satana sa bene che verrà sconfitto e con lui tutti coloro che hanno creduto in lui. In merito a questo ti invito a leggere Apocalisse 20: 1 a 10.

    RispondiElimina
  7. Gentile Samuele, il tuo articolo è semplicemente perfetto: lo condivido APPIENO.
    Il mio invito è a continuare a denunciare la mostruosità di satana: la pornografia è il canale attraverso cui i potenti hanno reso "normale" comportamenti mstruosi come quelli da te denunciati. Quando hai descritto la sodomia, purtroppo ho ripensato a film visti in età adolescenziale quando si crede di trasgredire e di essere "liberi" ed invece si diventa schiavi di qualcosa di terribile.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  14. MESSAGGIO PER STEFAN CUMESCO:

    Come vedi STEFAN ho cancellato tutti i tuoi commenti cosa che non faccio mai, ma i tuoi commenti non centrano nulla con il mio blog e non sono inerenti a quello che scrivo qui. Mi dispiace per quello che ti è accaduto e per la violenza subita, ma i tuoi racconti ricchi di parolacce e le accuse che tu fai a personaggi politici, giornalisti ecc a tuo dire coinvolti, sono tutte cose che a me non interessano e che non riguardano il mio blog. Quindi ti chiedo di non scrivere mai più cose simili sul mio blog ma di farlo sul tuo chiaro?! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Anche io mi chiamo stefano ma credo sono un altro, sono sardo, l'altro tipo non ha specificato di dove sia, sono del 1985 , dunque, alcune materie , gematria, cartomanzia, necromanzia, queste tre da fonti publiche, poi farmaceutiche vegetali e induzioni agenti alimetari con basso principio attivo, fumare silvia, una pianta allucinogena, o yurvedica,

      materie di natura occultista ma anche letterarie , come: amore per le superfici, immobilita del silenzio, sulla solitudine lovecraft,

      infarinatura a livello di esperienza, disturbi acufenici, dell'olfatto, sul tattile,
      iterpretazione dei sogni con iter matematico, faccio un esempio, sogno un ambiente una notte che mi da l'idea di pochi minuti piu che le ore effettive impiegate, nel sogno sono in una stanza, porto avanti la mia analisi , perche sono li? ^in una stanza sono depresso^ formula matematica separo nei nomi delle parole gli estremi quel che sta in mezzo lo capovolgo, diventa ^ io n'un s'a ta'n'z so'o'n do 'se'r'pes ^ = io, nata su un senso onde or e prese = IN UNA STANZA SONO DEPRESSO anche tradotto piu facilmente ^ a noi suono san tas dos serpe ^ le tre San Tas Dos sono evocazioni , similmente vorrebbe dire, noi abbiamo questa porta questa strada questa chiave solo questa e basta, le evocazioni .

      Non so faccia parte del satanismo, occultismo o spiritismo si, anche la lettura dei numeri da uno a novanta risveglia i sensi se rimani molti giorni senza dormire, viene anche chiamato nostalgia degli oppressi, reprimere il sonno, sonno o sonniare, sonno = sono denominaz numero 69 , sonniare = suonare . stessa denominazione 693 .

      comunque puo essere attendibile posso capire molti di voi, non sanno di sette sataniche aparte, vi consiglio questi gruppi musicali per capire di che satanista parla il blogghista, a me ha colpito, il picacismo .
      gruppi death metal = Candlemass , necrophagia, deicide , carcass, mortuary drape, korn, cradle of filth, sopratutto i necrophagia dei rigurgiti pazeschi, folli direi, video compresi medicina legali e omicidi in diretta al tempo che fu, abominevoli alcuni video dei necrophagia, morgue disceples per esempio, gente che pratica cannibalismo sul video riprese scioccanti . they dwell benedeth, essi saranno benedetti, la caprofagia un po credo in questa tendenza, associare la merda ai sintomi della fame naturale, è un tipo di satanismo anche quello, informatevi meglio, Ciao!
      SAMUELE MANERA ^ NON CANCELLARE I MESG ALTRUI ^ SONO QUI A SCOPO INFORMATIVO SE A TE NON INTERESSA IL BLOG NON E SOLO TUTTO TUO, DAI LA DISPONIBILITA DI LEGGERE ANCHE AGLI ALTRI, dimostri la tua inferiorita scegliendo questo si quello no, poi fai un po tu come meglio credi . Ciao!

      Elimina
  15. la verità: http://severibilov.altervista.org/blog/anatas-aroda/

    RispondiElimina
  16. Aleister Crowley (almeno scrivere i nomi come si deve) è morto nel '47, come avrebbe fatto a diffondere il satanismo negli anni 60? e poi mi spieghi cosa vuole dire "sacriliche"? si scrive SACRILEGHE! Se tieni un blog almeno cura la grammatica...e magari informati per bene.

    RispondiElimina
  17. Gentile Samuele. Premetto che sono ateo. So che molti "presunti satanisti" mi considereranno un cristiano ed i "presunti cristiani" un satanista... In realtà io non credo né in Dio, né in Satana, che considero due figure immaginarie create dall'uomo che non riesce ad accettare di essere un semplice animale che nasce e muore.
    Questo non significa però che non creda nelle sette o nelle religioni: l'analisi analitica che hai fatto sulle diverse chiese è senz'altro vera, così come è vero che alcuni pazzi estremisti fanno uso della violenza, in ogni religione. Non c'è credo, infatti, che non abbia sulla coscienza dei cadaveri purtroppo. Ma sono assolutamente certo che la religiosità, che sia rivolta a Dio, a Satana o a qualsiasi altra divinità, non sia altro che una maschera per le atrocità dell'essere umano. E' infatti sempre e solo l'uomo che uccide, giustificando tali atti facendosi scudo del trascendentale. Ma ciò dimostra solo la codardia degli uomini che non si assumonpo nemmeno la responsabilità delle proprie azioni.
    Queste sette sataniche, come anche le religioni, non sono altro che sciocchezze create per esercitare controllo sulle persone deboli e superstiziose e conferire potere a coloro che ne stanno ai vertici.
    Crederò a queste patetiche divinità quando si mostreranno davvero, e non ai soliti tristi personaggi che raccontano o scrivono e soprattutto inventano le loro dottrine spacciandosi per interpreti di un Dio, un demonio o quant'altro.
    Chi pensa di avere fede sappia che la sua fede non è verso la divinità, bensi verso quegli uomini che con grande arroganza e presunzione si autoproclamano loro portavoce.
    Se invece di perdere tempo in stupide letture di dottrine imbarazzanti leggeste qualche libro di storia, di antropologia, di chimica, di fisica ecc.. forse riuscireste a vedere meglio la pochezza formale e sostanziale delle religioni. Ma lo so, è un percorso molto più difficile e noioso. Meglio etichettare la scienza come "religione ufficiale degli atei" e credere in qualche ignorante che vi regala la sua personale verità senza uno straccio di prova, ma che fa leva sulla supertiziosa ignoranza, sulle paure più ataviche e sull'emotività più banale e puerile...

    RispondiElimina
  18. Ma fatti ma cura..quanto ti hanno pagato per di ste cose? Il bello e che parli del satanismo senza sapere nulla su di esso..diffondi tutte cose dal punto Cristiano per far mette paura alla gente così si ritorna al "controllo di massa" facendo tutto cuore che vuole il cristianesimo arricchendolo senza capire niente. Poi vieni a di che fanno sacrifici...ma se leggi di più e studi..nella bibbia satanica di Lavey c'è scritto che ogni animale e persona sono sacri..quindi ogni satanista che crede in Satana non fa sacrifici. Punto secondo siete voi quelli che uccidete e così via vi ricordo che il vostro dio ha dato via un uccisione di massa solo perché le persone hanno capito che non avevano bisogno di venerare qualcuno che è morto. Così uccise quasi tutte le forme di vita col diluvio universale. Più chiedeva di sacrificare agnelli e così via..quindi prima di giudicare guardatevi voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi che la perversione ha poco che vedere con il cannibalismo, l'odore delwla carne puo marcire, è visto come una iniziazione a buon termine se marcisce la carne mentre si e vivi, l'odore è acre, sa di credenza, non di fettina guasta, un satanista si eccita per la questione decomposizione, tessuti organici a contatto con ossigeno, morte naturale, oppure morte inferta, omicidi, tessuti associamenti vari ad acidi, provano eccitazione per coloro mangiano abitualmente carne perche sotto valutano le disgrazie altrui, li sale la saliva in bocca, chiunque ne sa o capisce un minimo di queste cose sa, il sangue coagulato o salato e diverso da una carne umana maciullata, che ha sapori diversi, quella coagulata è marcita, quella fresca che non cicatrizza, anche intere parti del corpo aperte fanno odore proprio di macelleria non so se avete presente, il sangue molto dolce, fa impressione, solo a un cannibale o satanista puo eccitare un evento simile .

      dal testo riporto queste parole ^ sottomissione al sacerdote della setta o come offerta rituale.
      Sadismo: il piacere è dato nel dare sofferenza sia fisica che psicologica ad altri. Nel sadismo l’istinto sessuale erotico trova eccitazione e appagamento solo nella sofferenza della “vittima”. ^

      Elimina
  19. Samuele Manera , vorrei chiederti gentilmente se per caso sai di pratiche sessuali ritualizzate , e non , all ' interno delle sette pseudoreligiose che ci sono in Italia ! ( quelle che general ente e ufficialmente non hanno connotati -- esteriori -- satanici . )
    Ho visto un video di un tizio , che sostiene che al, ' interno di una di queste , succedono cose indicibili . Potresti dirmi in base alle tue conoscenze se ciò ' corrisponde a verita' ? Anche senza far nomi .......ma ovviamente lasciandolo intendere !
    Ho un interesse personale , a scoprire ciò ' !
    Grazie , per il tuo Impegno divulgativo !
    E grazie anticipato , se mi risponderai !
    Un Saluto .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si chiama amore per le superfici , è una materia che serve e aiuta per alterare stati di coscienza in caso di assunzioni, o anche con altre pratiche di qualsiasi fonte o nature esse siano, ti da l'opportunita di crescre con i tuoi 5 sensi, vista ( allenamento candela, stanza buia, equilibrio vuoto e contrari ) udito lavora sul'equilibrio e sul silenzio, e ricordi, tatto sul calore e sul peso specifico, olfatto digiuno questione di far tacere un po il senso scomodo lavora su trascuratezze e abitudini come il sonno e la sete, per disintosicarsi, PROVA A CERCARE TRA LIBRI DI LEADBEATER, UN OCULTISTA SI OCUPA DI AMORE DELLE SUPERFICI, POCHI ALTRI, RAYMOND BUCKLAND,

      denominaz numerica da uno a novanta,
      i segreti dei sogni dei suoni e dell'esistenza, qualcosa di lovecraft,
      qualche manuae dell'ordo templaris orientis
      su quanto dicevamo parole in matematica per capire della denominazione sia numerica che letterale, estremi di una parola con il mezzo o veicolo capovolto .
      CIAO!

      Elimina
  20. Ciao! Anche io mi chiamo stefano ma credo sono un altro, sono sardo, l'altro tipo non ha specificato di dove sia, sono del 1985 , dunque, alcune materie , gematria, cartomanzia, necromanzia, queste tre da fonti publiche, poi farmaceutiche vegetali e induzioni agenti alimetari con basso principio attivo, fumare silvia, una pianta allucinogena, o yurvedica,

    materie di natura occultista ma anche letterarie , come: amore per le superfici, immobilita del silenzio, sulla solitudine lovecraft,

    infarinatura a livello di esperienza, disturbi acufenici, dell'olfatto, sul tattile,
    iterpretazione dei sogni con iter matematico, faccio un esempio, sogno un ambiente una notte che mi da l'idea di pochi minuti piu che le ore effettive impiegate, nel sogno sono in una stanza, porto avanti la mia analisi , perche sono li? ^in una stanza sono depresso^ formula matematica separo nei nomi delle parole gli estremi quel che sta in mezzo lo capovolgo, diventa ^ io n'un s'a ta'n'z so'o'n do 'se'r'pes ^ = io, nata su un senso onde or e prese = IN UNA STANZA SONO DEPRESSO anche tradotto piu facilmente ^ a noi suono san tas dos serpe ^ le tre San Tas Dos sono evocazioni , similmente vorrebbe dire, noi abbiamo questa porta questa strada questa chiave solo questa e basta, le evocazioni .

    Non so faccia parte del satanismo, occultismo o spiritismo si, anche la lettura dei numeri da uno a novanta risveglia i sensi se rimani molti giorni senza dormire, viene anche chiamato nostalgia degli oppressi, reprimere il sonno, sonno o sonniare, sonno = sono denominaz numero 69 , sonniare = suonare . stessa denominazione 693 .

    comunque puo essere attendibile posso capire molti di voi, non sanno di sette sataniche aparte, vi consiglio questi gruppi musicali per capire di che satanista parla il blogghista, a me ha colpito, il picacismo .
    gruppi death metal = Candlemass , necrophagia, deicide , carcass, mortuary drape, korn, cradle of filth, sopratutto i necrophagia dei rigurgiti pazeschi, folli direi, video compresi medicina legali e omicidi in diretta al tempo che fu, abominevoli alcuni video dei necrophagia, morgue disceples per esempio, gente che pratica cannibalismo sul video riprese scioccanti . they dwell benedeth, essi saranno benedetti, la caprofagia un po credo in questa tendenza, associare la merda ai sintomi della fame naturale, è un tipo di satanismo anche quello, informatevi meglio, Ciao!

    RispondiElimina
  21. Lo spirito di coloro che temono il Signore vivrà, perchè la loro speranza è posta in colui che li salva.Chi teme il Signore non ha paura di nulla e non teme perchè egli è la sua speranza.

    RispondiElimina
  22. no. non é demagogia né propaganda.
    per noi Cristiani praticanti é utile sapere dove "non andare" e come si cammuffano i pericoli.
    oltretutto sia Massoni che Anticristiani sono un pó stupidi perché pensano (forse . pensate..?) di eludere o raggirare con le capacità oratorie o la cultura o altro, ma non coltivando i doni del Santo Spirito, non sanno che proprio Questi puó rivelare "interiormente" realtà come quelle sopradescritte ed aiutarci ad evitarle.

    RispondiElimina