Shadowbox Effect

domenica 3 febbraio 2013

NOZZE GAY IN FRANCIA - RISPOSTA AL CARDINAL BAGNASCO. Di Samuele Manera

Oggi la Francia a detto "si" alle nozze omosessuali e, mentre l'Europa si sta avviando verso una civiltà' che agisce a salvaguardia dei diritti di tutti, la Chiesa Cattolica persiste a sentenziare dall'alto della sua arcaica magnificenza. Il cardinale Angelo Bagnasco ha commentato la notizia dicendo: "Siamo vicini al baratro" e poi ha aggiunto: "L'Italia non deve prendere esempi da queste situazioni che hanno esiti estremamente pericolosi. Non seguiamo le sue orme". Io rimango scioccato e un po', passatemi il termine, incazzato a sentire queste parole. Il Vaticano non finirà mai di continuare a fare resistenza su tutto ciò, compresi i matrimoni gay, che non sia nel suo volere, contro tutto ciò che non sia stabilito dalla Santa Madre Chiesa, ma quando lo capirà la Chiesa che l'unica cosa di cui si deve così tanto preoccupare e' fare chiarezza e pulizia con se stessa prima di poter permettersi di esprime giudizi sugli altri. Bagnasco dice "siamo vicini al baratro", si probabilmente in parte ha ragione ci siamo vicini, peccato che la Chiesa il baratro lo ha già raggiunto e vi è già precipitata, nel baratro dell'ipocrisia! Ma come si fa a dichiarare che "situazioni come queste hanno esiti estremamente pericolosi"? Ma che pericolo possono portare dei matrimoni tra omosessuali? L'unione di due persone che si amano? A me fa proprio incazzare sentire queste prediche da parrocchiani a distanza di un giorno dall'annuncio che esistono prove concrete sugli abusi sessuali su minori di cui la Chiesa si è macchiata! Di questo forse non ci si dovrebbe vergognare? Anziché starsi ad accanire contro questi benedetti matrimoni gay?! La Chiesa dovrebbe indignarsi degli atti di pedofilia di cui è ed è stata protagonista negli anni, dovrebbe indignarsi che ci sono sacerdoti che, nonostante il voto di castità, nei propri letti si portano donne e uomini senza alcun pudore e ritegno, la Chiesa dovrebbe indignarsi delle sue sproporzionate ricchezze quando c'è gente nel mondo che muore di fame, la Chiesa dovrebbe indignarsi di tutte le atrocità che nel corso della sua esistenza ha commesso in nome di Cristo, non si può permettere di indignarsi perché uno stato, civile, ha semplicemente consentito e permesso a persone comuni come tutte di avere dei diritti!
Quindi carissimo cardinale Bagnasco si vergogni delle sue parole e si preoccupi di questioni più importanti che riguardano la sua Chiesa e la smetta, in nome della dignità umana, di percorrere la stata dell'ipocrisia, perché è una vergogna di cui non se ne può davvero più. Ricordi bene questo passo della Bibbia e ne tragga insegnamento:

Matteo 7:1-5 "Non giudicate, affinché non siate giudicati, perché con il giudizio con il quale giudicate,sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'ovaio tuo? O come potrai dire tu a tuo fratello < Lascia che io ti tolga dall'occhio la pagliuzza, mentre la trave è nell'occhio tuo?> Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall'occhio di tuo fratello"

Questi sono gli insegnamenti di Cristo! Se vuole fare l'uomo di chiesa allora lo faccia fino in fondo e dia il primo esempio, come lei tutta la Chiesa Cattolica, poi, forse, avrete modo di esprimere la vostra opinione sugli altri!
Vergognatevi!!!!!!!!!!!

0 commenti:

Posta un commento