Shadowbox Effect

domenica 20 gennaio 2013

ALIENI e RELIGIONE - L'inganno del Male... Samuele Manera

 INTRODUZIONE

E’ da anni ormai che si parla molto di avvistamenti UFO ed extraterrestri, in molti credono che esistano a tal punto da farne un elenco dettagliato di razze con relative doti e abitudini, sono nate anche religioni su questo tema come la quella Raeliana, fondata negli anni settanta dal francese Claude Vorilhon, la quale sostiene che l’uomo sia stato creato da una razza extraterrestre proveniente da un pianeta distante un anno luce dalla terra. Addirittura anche il vaticano conferma l’esistenza degli extraterrestri. Per anni e, ancora più spesso, in questi ultimi tempi si sente parlare di fine del mondo e alieni che, per molti, avrebbero qualcosa in comune. Ma questi alieni esistono davvero? Hanno un nesso con la fine dell’umanità? Prima di rispondere vediamo il significato di questa terminologia: la parola alieno deriva dal latino alienus col vario significato di “appartenente ad altri, altrui, straniero, estraneo, avverso”, assume diversi significati in funzione al contesto nel quale viene citato. In generale indica qualunque cosa o soggetto estraneo all’ambiente di riferimento. Per extraterrestre, invece, si intendono forme di vita non originaria del pianeta terra. Alla luce del significato di questi termini allora posso dire che sicuramente gli extraterrestri esistono, ma non sono di certo gli alieni di cui la collettività è abituata a pensare sulla base di quanto media, giornali e documentari continuano ad inculcare. Gli alieni sono molto più di questo la loro presenza e il fatto che ne si continui così tanto a parlare hanno uno scopo ben preciso e subliminale sul pensiero collettivo della società e sulla fine di essa. L’insistenza di ufologi, appassionati e quant’altro di fare dell’ufologia un vero e proprio argomento scientifico da avvalorare in ogni modo, ha spinto, come anticipato prima, alla nascita di movimenti religiosi con tematica aliena, ma non solo, dopo che alcuni esponenti della Chiesa Cattolica ha riconosciuto che non siamo soli nell’universo, questi movimenti religiosi hanno cercato di trovare nella Bibbia, segni e messaggi a supporto delle loro tesi, affermando che anche la Bibbia parla di UFO. Ora ognuno è libero di credere a quello che ritiene più opportuno, così come io ho la mia tesi, ma a mio avviso usare una religione, come quella cristiana, per ingannare la gente è un crimine!



LA RELIGIONE REALIANA

Il fondatore di questa singolare religione è il francese Claude Vorilhon nato nel 1946. Inizialmente la sua passione è l’automobilismo che lo spinse a fondare e dirigere una rivista dedicata alle auto. Nel 13 Dicembre 1973, durante una gita al cratere di Puy de Lassolas, una delle formazioni vulcaniche che dominano Clermont-Ferrand, sperimenta, a suo dire, il “contatto” con un extraterrestre, alto come un bambino, che lo invita a bordo di un UFO (acronimo inglese “Unidentified o Unknow Flying Objectdove”, ovvero oggetto volante non identificato)e lì gli rivela la verità, che sarà completata da successive apparizioni rivelatrici, riguardo l’origine della vita sulla terra e all’Antico e Nuovo Testamento. La storia sarebbe la seguente:

Circa 25.000 anni fa extraterrestri simili agli essere umani hanno imparato a creare la vita in laboratorio. Una parte degli abitanti del loro pianeta d’origine, scandalizzata di fronte ai risultati delle scoperte, ha costretto gli scienziati a proseguire le loro esperienze su un pianeta lontano, la Terra. Qui gli Elohim, cioè gli extraterrestri, coloro che sono venuti dal cielo, secondo la parola della Bibbia, impropriamente tradotta con “Dio”, crearono ogni forma di vita sulla terra, compreso l’essere umano che fecero a propria immagine e somiglianza. Timorosi che le loro creature potessero impossessarsi di alcuni segreti scientifici e ribellarsi, le escludono dal “laboratorio”, il Paradiso Terrestre. Successivamente, tuttavia, alcuni Elohim si congiungono con delle terrestri e ne nasce l’attuale popolo ebraico.

Nel frattempo sul pianeta degli Elohim un partito di opposizione, guidato da Satana, pensa che sulla Terra siano stati creati esseri pericolosi e ne reclamano la distruzione. Le tesi di Satana infine prevalgono ed è provocato il diluvio, in realtà un bombardamento atomico, da cui tuttavia un gruppo di Elohim salva alcune creature, preservando inoltre il codice genetico di ogni forma di vita presente sulla Terra a bordo dell’arca di Noè, un’astronave. Dopo il diluvio, gli Elohim si rendono conto di essere stati creati a loro volta da altri esseri viventi da altri pianeti e così via all’infinito e fanno voto di non distruggere più l’umanità. Anzi, inviano sulla terra dei messaggeri come Mosè, Gesù, Buddha, Muhammad e altri ancora, nati dall’accoppiamento di Elohim e umani, al fine di elevare il livello di conoscenza dell’essere umano e rivelare la verità. –

Prima di entrare nella storia e nei dettagli della religione Realiana, desidero soffermarmi e commentare questa singolare teoria sull’origine dell’umanità sostenuta dai realiani. Come ho già detto prima ognuno è libero di credere a ogni storia gli viene raccontata, ma che alcune persone fanno nascere dei movimenti o delle religioni, appropiandosi come parassiti di testi sacri e credenze che, oltre esistere da millenni, hanno anche delle fondamenta storico culturali, storpiandone completamente parole e significati al solo scopo di creare nuovi movimenti per dare libero sfogo al proprio ego, non posso accettarlo e lo trovo assolutamente vergognoso. Ad ogni modo credo che come cristiano, ma anche come non, sia doveroso commentare la tesi alla luce di quello che le Sacre Scritture dicono.

Iniziamo con questa frase: …Qui gli Elohim, cioè gli extraterrestri, coloro che sono venuti dal cielo, secondo la parola della Bibbia, impropriamente tradotta con “Dio”. Probabilmente i raeliani non sanno che il termine Elohim, in ebraico, è il plurale della parola “divinità” ovvero Eloah, il termine è composto dall’unione di due radici antiche della lingua ebraica: El e Hoa. Hoa sarebbe l’antica radice che indicava l’Essere Supremo, Colui che esiste di per sé, che non è generato ma ha vita in se stesso. El corrisponderebbe al nostro Colui , indicando la persona in senso astratto “Colui che ha vita in sé” che sarebbe il significato del termine El-hoa. Elohim, essendo plurare quindi, assumerebbe il significato, oltre quello come “divinità”, di “Coloro che hanno vita in se stessi”. La sola etimologia della parola Elohin, conferma che si tratta di divinità e quindi esattamente tradotta come Dio, e dimostra una indiscutibile contraddizione quando sostengono: …Dopo il diluvio, gli Elohim si rendono conto di essere stati creati a loro volta da altri esseri viventi da altri pianeti e così via all’infinito… come possono essere stati creati precedentemente da altri esseri se il significato della parola Elohim è “Colui che esiste di per sé, che non è generato….”? Inoltre il termine Elohim è appropriato, proprio perché plurale, a indicare Dio nella Bibbia, Genesi 3:22-23 “…Poi Dio il Signore disse: “Ecco l’uomo è diventato come uno di noi, quanto alla conoscenza del bene e del male. Guardiamo che egli non stenta la mano e prenda anche del frutto dell’albero della vita…”, Dio parla al plurale, perché teologicamente per Dio si intende Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, il mistero della fede sulla trinità divina, e non solo per questo anche perché esistevano già, prima dell’uomo gli angeli e tutta la gerarchia angelica, Genesi 3:24 “…Così egli scacciò l’uomo e pose a oriente del giardino dell’Eden i cherubini per custodire la via dell’albero della vita… Dio parlava con i suoi angeli che non si intendono, come possono sostenere i raeliani, come parte integrante di Dio come se appartenessero alla stessa “razza”, in quanto anche gli angeli sono creature celesti, creati da Dio come messaggeri tra Lui e gli uomini. Quindi decade la tesi, di cui vogliono avvalorare attraverso la Bibbia, che gli “Elohim” citati dalla Religione Raeliana fosse una civiltà di creature uguali tra loro e create a loro volta.

La teoria Raeliana prosegue sostenendo: …Timorosi che le loro creature potessero impossessarsi di alcuni segreti scientifici e ribellarsi, le escludono dal “laboratorio”, il Paradiso Terrestre. Successivamente, tuttavia, alcuni Elohim si congiungono con delle terrestri e ne nasce l’attuale popolo ebraico… Innanzitutto è singolare come un popolo alieno con delle tecnologie così avanzate, quindi con una mente molto sviluppata, abbia dovuto allontanare dal loro “laboratorio” delle creature inferiori senza prendere nessun tipo di precauzione prima per eventuali “furti dei loro segreti scientifici”. Questa parte sa davvero di racconto fantascientifico privo di ogni fondamento razionale e più indicato per la trama di un film. Ma la mia attenzione cade sulla seconda parte, ovvero gli extraterrestri si sarebbero congiunti con delle terrestri e da questo nasce in pratica il genere umano, nello specifico il popolo ebraico. La Bibbia sull’origine dell’uomo da una definizione ben diversa che dimostra che, in quella propostaci dalla tesi raeliana, non c’è alcun tipo di fondamento. Genesi 1: 26 “…Poi Dio disse: Facciamo l’uomo a nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza, e abbia dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutta la terra e su tutti i rettili della terra…”è chiaro che, secondo la Bibbia, l’uomo di sesso maschile, venne creato solo, dopo aver creato tutti gli altri essere viventi sulla terra, l’uomo viene creato a Loro immagine e somiglianza, quindi la nostra forma fisica è uguale a quella di Dio e degli angeli. C’è anche un'altra interpretazione dell’espressione “A nostra immagine”, nel mondo egizio e in quello mesopotamico l’espressione “immagine di Dio” veniva spesso impiegata per caratterizzare il monarca come rappresentante di una divinità. In tal modo, tutti gli esseri umani, all’interno della creazione divina, vengono ora ad assumere attributi e prerogative regali. Come i re egizi e mesopotamici, gli esseri umani diventano mediatori della presenza di Dio nel mondo. Secondo la creazione biblica tutti gli esseri viventi furono stati creati dalla terra, quindi sulla terra e non su un altro pianeta attraverso esperimenti scientifici, inoltre il genere umano femminile, fu creato dall’uomo stesso, Genesi 1:21-22 “…Allora Dio il Signore fece cadere un profondo sonno sull’uomo, che si addormentò, prese una delle costole di lui e con la costola che aveva tolto all’uomo, formò una donna e la condusse a all’uomo…”. Lo scopo della creazione della donna fu per dare all’uomo una compagna e per procreare la terra, quindi il genere umano nasce dalla procreazione di due creature, maschio e femmina, e non per l’accoppiamento tra il divino e l’uomo come afferma la Religione Raeliana.

La teoria raeliana continua: … Nel frattempo sul pianeta degli Elohim un partito di opposizione, guidato da Satana, pensa che sulla Terra siano stati creati esseri pericolosi e ne reclamano la distruzione. Anche questa teoria sa di fiabesco in quanto Satana fu scacciato dal paradiso ancora prima della creazione dell’uomo, quindi come faceva a essere sul “pianeta degli Elohim”? Inoltre è stato proprio Satana stesso a mettere, attraverso il peccato originale, il male nel mondo e a causarne la cattiveria e la perdizione dell’uomo, Dio creò tutto perfetto non creò “esseri pericolosi”.

Le teorie della Religione Raeliana sono state inventate su un racconto biblico che ne dimostra l’estrema inattendibilità oltre che il controsenso delle tesi stesse. Ogni religione, ogni pensiero e ogni credo hanno il diritto di esserci ma nel rispetto degli altri. Non si può estrarre una storia e tergiversarne l’intero significato, queste sono azioni commesse da chi non ha il coraggio e la decenza di esprimere un parere proprio con l’aiuto di elementi di prova propri, ma preferiscono scimmiottare religioni e movimenti già esistenti, semplicemente storpiandone il senso reale che essi hanno e desiderano trasmettere.



L’extraterrestre di Vorolhon gli impone il nome di “Rael”, “il messaggero”, e gli dà una serie di consigli per l’umanità del nostro tempo. Nel 1974 Rael fonda il MADECH (movimeto per l’accoglienza degli “Elohim” creatori dell’umanità). All’interno del MADECH non cera un accordo tra i vari membri, ufologi, curiosi e persone davvero intenzionate a seguire Rael nella creazione di una nuova religione atea, il suo vero scopo. Così nel 1975 Rael lascia il MADECH e il 7 ottobre dello stesso anno sul Roc Plat, presso Brantome, incontra nuovamente gli extraterrestri e questa volta sostiene di averne visitato il loro pianeta.. Da questo evento nascono numerosi libri ricchi di nuove rivelazioni, tra le più sorprendenti quella che la nascita di Claude Vorolhon è il frutto dell’unione tra il capo di questi extraterrestri e sua madre, rapita a bordo di un’astronave e inseminata.

Nel 1976 Rael fonda il Movimento Raeliano, dopo il successo di una tournée di conferenze tenuta nello stesso anno, Rael si trasferisce nel Québec canadese, paese che negli ultimi anni è particolarmente tollerante in materia di minoranze religiose, dov’è stabilito il centro internazionale del movimento, che dal 1998 viene chiamato anche Religione Raeliana. L’anno precedente, 1997, Rael fonda la CLONAID, con l’obbiettivo principale di far nascere il primo clone umano e di offrire altri servizi nello stesso settore. Nel dicembre 2002, la CLONAID annuncia la nascita della prima bambina clonata, Eva. Nonostante la mancanza di prove sulla sua esistenza, la CLONAID sostiene che dopo Eva siano nati altri cinque bambini clonati. Un astuto movimento che alla fin fine si è incanalato ad essere un movimento prettamente scientifico e al quanto fruttuoso oserei dire.

La Religione Raeliana oltre a scimmiottare quelle che sono le Sacre Scritture proponendone una versione assolutamente fantascientifica e completamente reinventata, si prende la briga di riscrivere a modo suo anche tematiche riguardanti la vita del cristiano e i dogmi della fede cristiana. Ad esempio i raeliani diffidano il matrimonio ritenedolo un inutile contratto e insegna la massima libertà sessuale, in cui la sessualità può esprimersi liberamente. La propaganda esplicita dei Raeliani per la masturbazione, il controllo delle nascite, i rapporti prematrimoniali ha spesso occupato le cronache del Québec e degli altri Paesi. Anche nella Religione Raeliana viene creato un ordine gerarchico, scimmiottando quello cattolico, l’ordine, chiamato “Struttura” è composto da circa 2.800 membri più coinvolti nel movimento, con al vertice le Guide, e i semplici membri circa 70.000. All’interno della “Struttura” si distinguono, dal basso in alto, sei livelli: Aiuto animatore, animatore, assistente guida, guida sacerdote, guida vescovo e infine la Guida delle Guide, che è Rael stesso. Ogni sette anni. Le guide vescovo, il livello cinque, si riuniscono in conclave per eleggere la nuova Guida delle Guide.

Anche in Italia la Religione Raeliana ha messo le sue radici nel 1983 quando fu fondata un’associazione a Roma guidata dal responsabile nazionale Valentino Mancini, fino ad arrivare all’attuale responsabile Marco Franceschini incarica dal 2000. Nell’ottobre del 2011 a Torino si è tenuta una conferenza dove Marco Franceschini ha presentato ufficialmente l’azione “Un’Ambasciata in Italia per gli Extraterrestri” fortemente voluta, a loro dire, dagli stessi alieni per il loro ritorno ufficiale sulla terra.

Ogni cultura e ogni popolo ha sempre avuto i suoi dei e il suo credo, nell’arco dei millenni religioni molto diverse, come il protestantesimo, il buddismo, l’islam, il cattolicesimo e molte altre, pur nella loro diversità hanno comunque alcune dottrine e punti in comune a dimostrazione che ogni religione crede e riconosce un Dio creatore del mondo e dell’umanità che è al di sopra dell’uomo, ci guida, ci corregge e ci da una speranza per il futuro. Tutte queste piccole religioni o movimenti mirano a spersonalizzare l’individuo e a schiavizzarlo in un realismo religioso che sfocia nella superstizione magica e nella sottomissione di un ordine massonico luciferino-satanista. E’ stato dimostrato che tante di queste “religioni” sono fondate da satanisti che portano avanti la tradizione occultista il cui scopo è quello di distruggere il cristianesimo e di portare tutto il mondo all’adorazione, anche per vie traverse, di Satana. Si insediano con discrezione nella società mettendone le proprie radici oscure, come ad esempio la religione New-Age fondata da Alice Bailey, medium occultista, adoratrice di Lucifero, la Bailey fondò la LUCIS TRUST che inizialmente si chiamava LUCIFER TRUST, ma poi per essere accettata cambiò nome, oggi fa parte dell’ONU. Non è un caso e non è l’unico movimento esistente ad oggi che abbia origini occulte, con l’unico obbiettivo di sviare l’uomo e indurlo a credere ad ogni cosa lo spinga il più lontano possibile dalla verità e da Dio. Che la società e il mondo in cui viviamo siano contesi dal bene e il male, da Dio e Satana, non è più un’utopia o una forma di superstizione, ma è una verità dimostrata non solo dalle religioni, ma anche da fatti e documentazioni scientifiche sul paranormale. Preso atto di questo, noi siamo nel mezzo di questo tira e molla e, se ne siamo i protagonisti è perché per i due duellanti abbiamo un valore, sta a noi scoprirne quale e decidere da che parte schierarsi.



UFO e BIBBIA

Il 24 Giugno 1947 Kenneth Arnold, pilota privato americano, durante un volo sullo Stati di Washington, riferisce di avere visto nel cielo nove oggetti misteriosi. La stampa parla di “dischi volanti”, come li definì Kenneth, e questo termine fa rapidamente concorrenza a quello militare UFO (cioè “oggetti volanti non identificati). Da quel momento i dischi volanti, UFO ed extraterrestri entro a far parte dell’immaginario collettivo del mondo intero dando origine a innumerevoli libri, associazioni di appassionati e film. Da quel momento emerge anche la differenza tra “ufologi”, che hanno per i dischi volanti un semplice interesse curioso o scientifico, e “contattisti” che sostengono di ricevere dagli extraterrestri veri e propri messaggi, anche religiosi. Difatti l’ufologia non appartiene al mondo delle religioni, il “contattismo” invece si.

Il primo contattista è stato George Adamski (1891-1965) che, come molti suoi colleghi, proveniva dal mondo dell’occultismo e della Teosofia (un insieme di dottrine mistico-filosofiche), nel 1936 aveva fondato un ordine Reale del Tibet. Dall’agosto del 1947, e negli anni a venire, Adamski annuncia di vedere e comunicare con gli extraterrestri fornendo foto alla stampa che presto fecero il giro del mondo, influenzando le culture popolari. Adamski, oltre a scrivere vari libri, il più famoso è il best-seller del 1953 “I dischi volanti sono atterrati”, fonda diversi movimenti religiosi, esattamente nove piccoli gruppi che fanno tutti capo alla Fondazione George Adamski. Dopo di lui ci sono stati altri “contattisti” che acquisirono fama internazionale, fra cui Orfeo Angelucci (1912-1993), Daniel William Fry (1908-1992) e George Van Tassel (1910-1978), tra i veri e propri culti religiosi che erano nati, i più importanti furono il movimento Aetherius Society, fondato da Geoge King (1919-1993) e Unarius. In ogni caso tutti i movimenti fondati da vari “contattisti” condividono le caratteristiche generali dei culti dei dischi volanti, caratteristiche raccolte ed elencate dallo studioso francese Jean-Bruno Renard che sostengono:



● la trascendenza e la perfezione degli extraterrestri, esseri benevoli che vengono “dall’alto” e che sono infinitamente più perfetti dell’uomo;



● una “nuova rivelazione”, trasmessa al fondatore che è incaricato di diffonderla al mondo, e che talora svela il “vero” significato delle scritture religiose, in particolare della Bibbia, mostrando per esempio che le grandi civiltà sono venute dallo spazio o che gli uomini sono stati creati non da Dio, ma da extraterrestri;



● un catastrofismo che annuncia avvenimenti apocalittici da cui tutti, o almeno alcuni, saranno salvati grazie all’intervento dei “fratelli dello spazio”;



● un messianismo fondato sulla credenza dell’imminente manifestazione pubblica degli extraterrestri sul nostro pianeta, che deve essere preparata ad una minoranza illuminata;



● un millenarismo (controllo del catastrofismo e del mas sionismo) secondo cui la venuta degli extraterrestri inaugurerà una nuova età dell’oro.



● il fascino della tecnologia e della scienza, che porta i culti ufologici a definirsi solo in via eccezionale “Chiese” o “religioni”, e a presentare piuttosto le loro teorie in linguaggio scientifico;



● quelli che Renard chiama “antecedenti mistici” di molti contattisti: un legame con l’ambiente occulto e dei movimenti teosofici, che continuano a condizionare le loro teorie.



Tra le caratteristiche che regolano i “movimenti religiosi alieni” mi ha sicuramente più colpito la seconda, elencata da Renard, ovvero i “contattisti” hanno la pretesa, dettatagli a loro dire dagli stessi alieni, di spiegare il “vero” significato delle Sacre Scritture, in particolare della Bibbia.

Leggendo un articolo su internet del 5 agosto 2009, alcuni credenti degli extraterresti sostengono, anzi partono proprio dal presupposto che una parte della Bibbia sia attendibile ed offre una interpretazione ufologica di alcuni avvenimenti biblici.

I primi a sostenere che le Sacre Scritture contenessero episodi UFO furono l’astronomo statunitense Morris Jessup e lo scienziato sovietico Mastest Agrest. Secondo la loro tesi le circostanze della distruzione di Sodoma e Gomorra richiamano alla mente un’esplosione nucleare come avrebbe potuto essere descritta da un osservatore vissuto in tempi antichi, in particolare, l’onda d’urto provocata dall’esplosione nucleare avrebbe spazzato i giacimenti di salgemma del Mar Morto e investito la moglie di Lot, trasformandola in una “statua di sale”. Inoltre, sostengono che era fin troppo evidente, data l’esplosione nucleare, l’obbligo di non doversi girare per non guardare la luce dannosa. Una tesi improbabile e assolutamente non veritiera in quanto le Sacre Scritture spiegano dettagliatamente in che modo Sodoma venne distrutta: Genesi 19: 23-28 “…Il sole spuntava sulla terra e Lot era arrivato alla città di Soar, quand’ecco il Signore fece piovere dal cielo sopra Sodoma e sopra Gomorra, zolfo e fuoco. Distrusse queste città e tutta la valle con tutti gli abitanti delle città e la vegetazione del suolo. Ora la moglie di Lot guardò indietro e divenne una statua di sale. Abramo andò di buon mattino al luogo dove si era fermato alla presenza del Signore; contemplò dall’alto Sodoma e Gomorra e tutta la distesa della valle e vide che un fumo saliva dalla terra, come il fumo di una fornace.” E’ molto chiaro che Sodoma e Gomorra furono distrutti con zolfo e fuoco un evento che anche un uomo dell’epoca non avrebbe avuto difficoltà a descrivere, inoltre spesso Dio si avvaleva di zolfo e fuoco per eseguire le sue punizioni, sia nell’Antico Testamento (Salmi 11:6 “…Egli farà piovere sull’empio carboni accesi; zolfo e vento infocato sarà il contenuto del loro calice…” Isaia 34:9 “…i torrenti di Edom saranno mutati in pece e la sua polvere in Zolfo; la sua terra diventerà pece ardente…” Ezechiele 38:22 “…verrò in giudizio contro di lui, con la peste e con il sangue; farò piovere torrenti di pioggia e grandine, fuoco e zolfo su di lui, sulle sue schiere e sui popoli numerosi che saranno con lui…”) che nel Nuovo Testamento (Apocalisse 14:10 “…egli pure berrà il vino dell’ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli…” Apocalisse 20:10 “…e il diavolo che le aveva sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta…”). E’ quindi più chiaro e probabile che, come si capisce dai versetti, Dio si serve della stessa natura per le sue punizioni ed è quindi molto probabile che Dio, servendosi di zolfo e fuoco, avesse potuto servirsi di un eruzione vulcanica, che spiegherebbe l’incenerimento della moglie di Lot, piuttosto di un bombardamento nucleare come previsto dalla teoria aliena. Difatti nel caso della distruzione di Sodoma e Gomorra sono le caratteristiche geofisiche della zona, ricca di bitume e di zolfo (Genesi 14:10 “…la valle di Sidmi era piena di pozzi di bitume; il re di Sodoma e di Gomorra di diedero alla fuga e vi caddero dentro…”) a facilitare un azione distruttiva come quella usata da Dio, una tesi appoggiata anche da un documentario di qualche anno fa, sul ritrovamento dei resti delle città di Sodoma e Gomorra, che avevano evidenti segni i quali conducevano alla, confermata, ipotesi che le città vennero distrutte da lava e fuoco, sicuramente danni scientificamente diversi dalla distruzione e dalle radiazioni di una nucleare.

Le teorie ufologiche sostengono, inoltre, che nelle Sacre Scritture vengano descritti veicoli UFO, come il carro di Dio che portò il profeta Ezechiele in cielo, l’apparizione ripetuta di uomini misteriosi al servizio di Dio che sono dotati di alta tecnologia, come dimostrerebbe l’episodio, sempre nella storia di Lot, in cui questi uomini misteriosi colpiscano con raggi abbaglianti delle persone spregevoli che volevano entrare in casa di Lot. In realtà, così come è scritto, furono angeli, creature ben definite e classificate, che erano stati mandati da Dio a Lot, Genesi 19:1 “I due angeli arrivarono sul far della sera, mentre Lot stava seduto alla porta di Sodoma…”, e non è vero che utilizzarono raggi abbaglianti verso gli uomini che volevano fare del male a Lot, ma senza alcun manifestato gesto resero ciechi quegli uomini, Genesi 19:10-11 “…all’ora dall’interno quegli uomini sporsero le mani, presero Lot lo portarono in casa e chiusero la porta; colpirono di cecità gli uomini che erano all’ingresso della porta, dal più piccolo al più grande, così che non riuscirono a trovare la porta…”.

Questi sono solo alcuni esempi dove questi movimenti religiosi si servono delle Sacre Scritture per distorcerle e trarre spunti al fine di confermare le loro tesi. Un giochetto facile con la Bibbia in quanto è un testo molto profondo e ricco di allusioni, riferimenti e citazioni, un modo letterario particolare e facilmente fraintendibile. Un esempio su tutti è il libro dell’Apocalisse che racchiude un po’ il senso letterario della Bibbia. Il nome di questo libro è la traduzione dal greco Apokàlypsis che significa “rivelazione”, l’oggetto e soggetto di tale rivelazione è Gesù Cristo stesso e l’apostolo Giovanni ne è il mediatore letterario. Purtroppo, non essendo stato tradotto correttamente, tale vocabolo ha finito per essere frainteso, assumendo nel linguaggio moderno il significato di catastrofe o grande disastro. Invece l’Apocalisse di Giovanni è un luminoso libro di speranza che contiene anche un accurato appello all’impegno: in un momento difficile per la comunità cristiana tale opera è stata composta come rinnovato messaggio del Vangelo e del messaggio del Cristo risorto. Il messaggio dell’Apocalisse, come anche in altri libri della Bibbia, è decisamente simbolico, elaborato con fantasia, ma partendo da quel “grande codice” che è la Bibbia. Questo procedimento appartiene al vasto genere letterario che i moderni hanno definito “apocalittico”: era una modalità conosciuta e diffusa negli ambienti giudaici e cristiani, adoperata spesso per consolare i fedeli in momenti di sconforto, per spiegare il senso degli avvenimenti e per rafforzare la speranza in tempi migliori. Perciò, l’apostolo Giovanni, per esprimere il messaggio cristiano ad una comunità in difficoltà, come la nostra, ha ripreso come modelli letterari e simbolici alcuni testi dell’Antico Testamento, tra cui Ezechiele e Daniele. Scegliendo questi due libri come spunto del genere letterario che avrebbe adottato nel scrivere l’Apocalisse, l’apostolo Giovanni adotta i principi formali, mostrando però sobrietà ed equilibrio, oltre che una grande capacità di evocare scene grandiose con poche righe e rapidi accenni. Pertanto il significato profondo dei testi biblici si capiscono solo se si comprendono le allusioni, i riferimenti e le citazioni, il lettore deve quindi ricercare le fonti antico testamentarie e decifrarne il senso. Le immagini “apocalittiche” non vanno sempre presi alla lettera, si avrebbe il rischio di non capirci nulla e ricavarne conclusioni affrettate e pericolose di facile interpretazioni errate e fantasiose.

E’ molto chiaro come questi movimenti religiosi nati solo sulla parola di chi sostiene di aver visto o sentito, sono frutto di un “copia e incolla” del tutto fuori dalla logica e da quello che in realtà vogliono dire le Sacre Scritture. Sotto questo punto di vista la credenza negli alieni ha similarità con le religioni convenzionali, difatti proprio come individui di religioni differenti si guardano dall’alto in basso per credere in una “religione falsa”, così molti di coloro che credono all’esistenza degli alieni guardano dall’alto in basso coloro che sono religiosi. Dovrebbero smetterla di scimmiottare o prendere in giro coloro che hanno credi diversi, e iniziare a cercare prove a sostegno delle loro tesi altrove e non nelle Sacre Scritture o in qualunque altro testo storicamente già esistente.



VATICANO e UFO

Negli ultimi anni la Chiesa Cattolica ha manifestato un certo interesse e un inusuale apertura verso il fenomeno degli extraterrestri. Da molto tempo si pensa che il Vaticano custodirebbe nei propri archivi segreti, antiche testimonianze conservate gelosamente che, se rese pubbliche, potrebbero cambiare la storia del mondo. Sono solo leggende o qualcosa di vero c’è? In effetti la Chiesa Cattolica, dopo la caduta dell’Impero Romano, è sempre stata in possesso di testi, libri e ricerche della cultura occidentale e del suo sapere, e ha lasciato emergere, per millenni, solo ciò che gli faceva comodo diffondere. Oggi forse la Chiesa Cattolica si sta preparando all’eventualità di una futura rivelazione extraterrestre?

L’argomento UFO-VATICANO è un tema delicato, eppure la Chiesa Cattolica, nelle sue vesti di Stato ha adottato una certa censura sull’argomento, ad eccezione di Monsignor Corrado Balducci che, da quello che se ne sa, crede fermamente all’esistenza degli extraterrestri. La censura che il Vaticano ha messo sull’argomento non è sinonimo di incredulità, ma è come se per qualche ragione vuole solo occultare il fenomeno stesso e l’interesse che egli stesso ha a riguardo. A dimostrazione che però esiste davvero un rapporto VATICANO-UFO è in un intervista tratta dal sito Edicolaweb.net, l’intervista è stata fatta al giornalista e ricercatore Cristoforo Bardato, il quale racconta di una sconvolgente rivelazione fattagli avere da un Gesuita anonimo. Vi riporto in seguito la parte dell’intervista in questione:



…Per un anno circa vi furono contatti informali via e-mail e per posta, nei quali mi rivelò di essere un Gesuita del SIV e di lavorare a Roma presso alcune strutture della Santa Sede, cosa che in seguito verificai essere vera, informandomi a sua insaputa. Ci fu successivamente un primo incontro fisico in un luogo pubblico della capitale, dove iniziò a rivelarmi alcune informazioni.

L’incontro, avvenuto nel 2001, fu voluto fortemente da me, in quanto condizione necessaria e sufficiente per il proseguimento dei nostri contatti, , dato che fino ad allora il mio atteggiamento, nonostante il videotape, fu contraddistinto da un ovvio scetticismo e diffidenza nei suoi confronti. Fu in quella occasione che i miei dubbi si dissiparono, quando mi mostrò le sue credenziali e non solo, alcune delle quali corrispondevano in buona parte con quanto da me precedentemente appurato. Inoltre mi rivelò di usufruire di un’autorizzazione alla supervisione denominata “Secretum Omega” che è la più alta categoria di classificazione di segretezza in Vaticano equivalente al “Cosmic Top Secret” della Nato. Per quanto riguarda il SIV il Gesuita mi ha ribadito che la struttura è Top Secret ed è costituita in maniera analoga alle altre agenzie dell’intelligence preesistenti della CIA, MI6 l’ex KGB ecc. Non ha una sede ufficiale fissa ma sceglie di volta in volta un sito dove riunirsi, in strutture però sotto il controllo del Vaticano. La scintilla che ha innescato l’avvio di tale organizzazione scaturisce da un evento avvenuto nella prima metà degli anni ’50 negli Stati Uniti, per l’esattezza nel Febbraio del 1954. L’evento in questione fu l’incontro di una delegazione aliena avvenuto in California nella base di Muroc Airfield (divenuta poi la sede della base aerea Edwards) con il presidente Dwight Eisenhower e a cui presenziò l’allora Vescovo di Los Angeles James Francis McIntyre. L’incontro venne opportunamente filmato dai militari. A tale proposito ricordo un dettaglio curioso che mi venne detto. Furono impiegate 3 cineprese 16mm, dislocate in vari punti, ognuna caricata con pellicole a colori e motori con caricamento a molla. Quest’ultima soluzione piuttosto scomoda, perché costringeva ogni operatore a cambiare bobina ogni 3 minuti circa di ripresa, si rese necessaria in quanto in presenza degli alieni e delle loro astronavi i motori elettrici delle cineprese più grandi non riuscivano a funzionare. Comunque, al termine dell’incontro ogni membro della delegazione terrestre giurò solennemente di non rivelare a nessuno quanto visto e sentito dagli alieni. Nei giorni a seguire il Vescovo McIntrye, probabilmente contrariato per aver prestato giuramento che in coscienza riteneva iniquo, partì di gran fretta per raggiungere Roma al fine di incontrare Papa Pio XII per riferirgli dell’incredibile evento. Due giorni dopo Pio XII ricevette il Vescovo McIntrye. Dopo aver meditato molto sulle implicazioni che avrebbe potuto avere un rapporto esclusivamente militare con gli alieni, il Papa decise di istituire un servizio di informazioni segreto, il SIV appunto, che avrebbe dovuto raccogliere tutte le informazioni possibili sulle attività delle entità aliene e sulle informazioni che su di esse avrebbero raccolto gli americani. Era di fondamentale importanza tenere aperto il canale di comunicazione con il presidente Eisenhower. Il SIV sostanzialmente venne costituito per acquistare e gestire tutte quelle informazioni riservatissime che riguardavano soprattutto la tematica extraterrestre coordinandosi con le altre strutture d’intelligence preesistenti di altri paesi…



L’intervista continua ancora spaziando a 360 gradi su problematiche simili, come ad esempio il programma spaziale vaticano segreto denominato “SILOE”, un radiotelescopio di proprietà della Chiesa Cattolica in Alaska, le implicazioni aliene “dell’apparizione di Fatima”, l’avvicinamento al nostro pianeta di un corpo celeste chiamato “NIBIRU” e i cui abitanti sono pericolosi per la razza umana ed altre cose ancora.

Il Vaticano dopo le sue dichiarazioni ufficiali sul fatto che si può credere in Dio e agli extraterrestri, ora dichiara che è anche doveroso studiarli. Infatti la “Settimana di studio sull’astrobiologia”, organizzata dalla Pontificia Accademia delle Scienze e della Specola Vaticana si è rivelata un’importante opportunità per scienziati di diverse discipline. L’astrobiologia studia le relazioni tra la vita e l’universo, i principali settori a cui si orienta questo sguardo sul cosmo sono l’origine della vita stessa, le sue future prospettive e l’eventuale presenza di forme di vita in altri pianeti. Come accennato prima. Il maggior esponente, della conferma per la Chiesa Cattolica dell’esistenza degli UFO, è padre Balducci, esperto teologo e, casualmente, demonologo del Vaticano, amico stretto di Giovanni Paolo II, è stato inoltre il traduttore di argomenti come il “Terzo segreto di Fatima”, la vita oltre la morte e il Satanismo. I suoi studi sugli alieni hanno contribuito molto al forte legame tra fede e ufologia. E’ singolare che sia proprio un personaggio come Balducci, demonologo ed esperto di satanismo, ad essere il promotore di questo legame tra chiesa e ufologia. E’ inoltre singolare che notizie come queste non solo ci confermano che il Vaticano sia a conoscenza, nonostante la sua velata censura sul fenomeno degli UFO, ma ne è assolutamente coinvolto. E’ inoltre molto singolare come , nella relazione VATICANO-UFO sia nominato il “terzo mistero di Fatima”, che abbiamo visto essere una manifestazione appartenente a quei contesti prodigiosi assolutamente contrari al vangelo e quindi di origine non divina (vedi saggio “SEGNI e PRODIGI - I falsi Profeti di Oggi”), così come risulta singolare che un personaggio come Padre Pio, assolutamente un falso profeta, avvalga la veridicità degli extraterrestri come emerge da un intervista fattagli riportata dal libro “Così parlò Padre Pio” (vedi saggio “SEGNI e PRODIGI - I falsi Profeti di Oggi”) che riporta le seguenti dichiarazioni:

Intervistatore: “Dicono che in altri pianeti ci sono creature di Dio”

Padre Pio: “E che vorresti che non ci fossero? Che l’Onnipotenza di Dio si limitasse al piccolo pianeta Terra? E che vorresti che non ci fossero altre creature che amano il Signore?”

Intervistatore: “Ha pensato che la Terra è un niente a confronto agli altri astri e a tutti gli altri pianeti?”

Padre Pio: “E si, noi, usciti dalla Terra siamo un nulla. Il Signore non avrà certo ristretto la Sua gloria a questo piccolo pianeta. In altri ci saranno degli esseri che non avranno peccato come noi.”

Dio e la sua creazione consiste nell’atto di aver portare il mondo all’esistenza, a partire dal nulla, mediante la sola volontà e potenza di Dio, creò i cieli e l’universo, ma è sulla Terra che decise di creare l’uomo e tutto quello che gli sarebbe servito. Dio non fa riferimento a forme di vita, simili all’uomo, su altri pianeti o galassie, non ne fa riferimento né per la salvezza della razza umana né per la salvezza del pianeta Se sarebbero esistite forme di vita che in qualche modo avrebbero contribuito sul destino del genere umano, sicuramente sarebbero state mensionate nelle Sacre Scritture, dove invece è ben chiara, nonostante i tentativi di estrapolare versetti biblici e interpretarli a proprio piacimento per favorire tesi aliene, l’origine dell’umanità il suo percorso e il suo destino. Le teorie sulla vita extraterrestre non trovano alcun sostegno nelle Sacre Scritture, ma le tesi in merito vengono diffuse e prendono sempre più piede nella cultura e nel modo di pensare della società attuale, un fenomeno che ha di certo un influenza non solo così influente, ma ben progettata.

Qualsiasi cosa sia alla base di queste teorie che promuove l’esistenza degli extraterrestri, ora sappiamo che la Chiesa Cattolica ne fa parte e, dirò di più, ne è un tassello fondamentale.



 DEMONI o ALIENI?

La Chiesa Cattolica, capi di Stato, scienziati, ufologi, contattisti e una vasta percentuale di gente comune crede nell’esistenza degli extraterrestri. Ci sono presunti video, foto e documenti vari che ne dimostrerebbero l’effettiva esistenza. Ma ritorniamo un attimo all’origine del significato del termine extraterrestre ovvero “forme di vita non originaria del pianeta terra”. Personalmente non mi sento di affermare che gli extraterrestri non esistano, ma credo che la loro origine sia ben diversa da quella che la scienza vuole fornire, credo che quelli che si definiscono alieni, extraterrestri, UFO, non siano altro che manifestazioni demoniache, sono inoltre convinto che tutta questa attenzione sul fenomeno alieno non è altro che la macchinazione di Satana allo scopo di distogliere il genere umano dalla verità del vangelo e della vera ed unica strada per la salvezza dell’uomo. O meglio ancora, non solo Satana si preoccuperebbe di distogliere l’essere umano dalla verità, ma deve trovare il modo di giustificare le azioni di Cristo sui credenti, che avverranno prima della sua completa distruzione e che saranno antecedenti al governo dell’Anticristo sulla terra. Vedremo in seguito molte similitudini tra l’atteggiamento dei demoni con il seguente raggiungimento del loro scopo, e il modo di agire degli alieni.

I demoni sono creature al servizio di Satana, Matteo 12:24 “…costui non scaccia i demoni se non per l’aiuto di Belzebù, principe dei demoni…”, essi possono impossessarsi di essere umani e tormentarli, Matteo 15:22 “…Ed ecco una donna cananea di quei luoghi, venne fuori e si mise a gridare: - Abbi pietà di me Signore, mia figlia è gravemente tormentata da un demonio…” Luca 8:29 “…Gesù, infatti, aveva comandato allo spirito immondo di uscire da quell’uomo di cui si era impadronito da molto tempo e, anche quando lo legavano con catene, spezzava i legami e veniva trascinato via dal demonio nei deserti…”. I demoni ispirano false dottrine e culti aberranti, 1 Corinzi 10:21-22 “...io dico che le carni che i pagani sacrificano, le sacrificano ai demoni e non a Dio; ora io non voglio che abbiate comunione con i demoni. Voi non potete bere il calice del Signore e il calice dei demoni, voi non potete partecipare alla mensa del Signore e alla mensa dei demoni…” 1 Tessalonicesi 4:1-2 “…Ma lo Spirito Santo dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demoni, sviati dall’ipocrisia di uomini bugiardi, segnati da un marchio nella propria coscienza…”. I demoni sanno chi è Cristo e conoscono il loro destino eterno, Matteo 8: 28-29 “…quando Gesù fu giunto all’altra riva, nel paese dei Gadareni, gli vennero incontro due indemoniati, usciti dai sepolcri, così furiosi che nessuno poteva passare per quella via. Ed ecco si misero a gridare: - Che c’è fra noi e te?, Figlio di Dio! Sei venuto qui prima del tempo a tormentarci?-…”, questi servi di Satana hanno il potere di agire sull’uomo, di farsi vedere e sentire agendo allo scopo di ingannare l’uomo, allontanarlo da Dio portandolo alla perdizione, come avverrà per loro.

Oggi sono gli alieni che similmente ai demoni si impossessano dell’uomo, un caso eclatante sono i misteriosi eventi che si verificano da oltre quarant’anni nella cittadina di Nome, in Alaska, legati ai rapimenti alieni documentati nel film/documentario “Il quarto Tipo” di Olatunde Osunsanmi, dove le persone coinvolte da questi fenomeni “alieni” appaiono in modo vero e proprio come impossessate da forze ultra terrene. Cosi come il caso di Nome sono centinaia le testimonianze e documentazioni anche scientifiche e ufologiche in merito, dove gli alieni si impossessano degli uomini, gli parlano nella mente ecc. Ci sono quindi degli aspetti che mi fanno molto riflettere. Leggendo un articolo riguardante il dr. Hynek, un astronomo che ha compiuto diversi studi sull’argomento alieno, ha dato un ordine alla complessa casistica dei fenomeni alieni, ovvero come questi si comportano nell’approccio con l’uomo. Nasce la così detta Classificazione di Hynek che è diventato ormai il codice di riferimento per la definizione dei resoconti degli incontri con gli extraterrestri. Gli “incontri” vengono così divisi:



incontri ravvicinati del primo tipo: visione di oggetti volanti insoliti e dal volo eccentrico

incontri ravvicinati del secondo tipo: uguale al primo tipo, ma con tracce residue del passaggio (impronte, solchi, erba bruciata, ecc) visibili anche a distanza di anni.

incontri ravvicinati del terzo tipo: breve interazione tra uomini e alieni, solitamente descritti come androidi di bassa statura o, all’inverso, molto elevata.

Incontri del quarto tipo: abductions o rapimenti alieni. Frequenti sono i racconti di stati di trance di uomini in contatto o rapporto sessuale con individui venuti da altri mondi.



Gli alieni, cosi come nel “gioco” delle possessioni demoniache, si fanno vedere, ma poi spariscono, lasciano tracce, parlano con gli uomini e si manifestano come esseri con forme non umane o androide, parlano nella mente dell’uomo, riescono ad agire con forza su di esso, ma una caratteristica importantissima che merita una notevole attenzione è, quello che gli ufologi definiscono, incontro del quarto tipo, ovvero, oltre il contatto, il rapimento di esseri umani dagli alieni. Il rapimento viene classificato come l’ultimo stadio dell’approccio tra gli alieni e l’uomo, come lo stadio finale, oltre ad esso non si è sviluppato nessun seguito. Il rapimento risulta essere ancora ad oggi l’ultima manifestazione da parte degli alieni sull’uomo. Ci sono testimonianze di molte persone che sostengono di essere “rapite” dagli alieni e in seguito riportate sulla terra, come la testimonianza di Maria Tonini, una donna di Rivoli, perito grafologico per il Tribunale di Verona, ha raccontato a diversi giornali la sua personale esperienza di contatto con gli alieni, oltre che essere rapita da loro su di un pianeta verde. Come Maria Tonini sono molto i nomi di persone che sostengano di essere rapite su altri mondi per studiare il genere umano, ed ad ogni rivelazione c’è un altro particolare importante che emerge da questi testimoni, il fatto che tutti questi “alieni” vengono in pace, non fanno del male, ma vogliono solo aiutarci ed aiutare il nostro pianeta. L’idea che la società si è fatta sugli extraterrestri non è quella di vederli come una cosa negativa o pericolosa, ma al contrario come un evento che aiuterà il genere umano, lo renderà migliore più forte e salvo da catastrofi naturale che, se non con l’intervento degli alieni, devasterebbero il nostro pianeta ormai così sfruttato. Questo è il messaggio subliminale che arriva all’uomo, un messaggio di salvezza velato da un sottile meccanismo diabolico che giustificherebbe non altro che il rapimento della vera Chiesa di Cristo, profetizzato nella Bibbia, che avverrà prima del regno dell’Anticristo sulla terra e molto prima del giudizio universale. Un astuto sistema questo che rientra perfettamente nella metodologia dell’azione del demonio, che agisce con astuzia e sottile inganno portando l’essere umano a credere in persone, azioni o cose che, in modo solidale e benevolo, lo aiuterebbero a salvarsi dalla fine del mondo e redimersi dei suoi peccati.



IL RAPIMENTO… o AZIONE ALIENA?

Prima di parlare del rapimento della Chiesa di Cristo è bene fare una precisazione, di notevole importanza, di cosa si intende per Chiesa di Cristo. Secondo ovviamente le Sacre Scritture la Chiesa è l’insieme di quelli che hanno accettato la salvezza in Cristo e sono stati suggellati dallo Spirito Santo, Romani 8:9 “…Voi però non siete sotto il dominio della carne, ma dello Spirito, dal momento che lo Spirito di Dio abita in voi. Se qualcuno non ha lo spirito di Cristo, non gli appartiene…”, Efesini 1:13 “…In Lui anche voi, dopo aver ascoltato la parola della verità, il Vangelo della vostra salvezza, e avete in esso creduto, avrete ricevuto il sigillo dello Spirito Santo che era stato promesso…”, Atti 11:26 “…rimasero molto tempo insieme in quella Chiesa e istruirono molta gente. Ad Antiòchia per la prima volta i discepoli furono chiamati cristiani…”, il termine “cristiano” doveva essere noto in ambienti pagani, che intendono “Cristo” come nome proprio e non come il significato originario, ovvero il “Messia”. L’uso dell’appellativo, coniato in ambienti di lingua greca, può risalire all’anno 44 circa. Esso designa i seguaci di Cristo, considerato il fondamento della loro fede. Il nuovo nome indicava, e indica ancora, che i cristiani sono percepiti come un nuovo gruppo distinto dagli Ebrei e dai seguaci di altri culti. Cristo, infatti, è il fondamento e il capo della Chiesa, che è il suo corpo. Egli è anche la pietra angolare di tale “edificio” spirituale, 1 Corinzi 3:11 “…infatti nessuno può porvi fondamento diverso da quello che già si trova, cioè Gesù Cristo”, 1 Pietro 2: 2-8 “…Come bambini appena nati desiderate avidamente il genuino latte spirituale, grazie al quale voi possiate crescere verso la salvezza, se davvero avete gustato che buono è il Signore. Avvicinandovi a Lui, pietra viva, rifiutata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, quali pietre vive siete costruiti anche voi come edificio spirituale, per un sacerdozio santo e per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, mediante Gesù Cristo, Si legge infatti nelle Scritture: - Ecco io porto in Sion una pietra angolare, scelta, preziosa, e chi crede in essa non resterà deluso…”. A dirigere la Chiesa di Cristo è lo Spirito Santo e conferisce ai membri di essa i doni in vista dell’edificazione comune. La Chiesa di Cristo è una, perché ha un solo capo, cioè Cristo, un solo Spirito, un solo fondamento, ma c’è diversità di ministeri a somiglianza del corpo umano in cui ogni organo ha una propria morfologia e funzionalità ben definite, 1 Corinzi 12:4-11 “…Vi sono diversi carismi, ma solo uno è lo Spirito, vi sono diversi ministeri, ma uno solo è il Signore, vi sono diverse attività, ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti. Come infatti il corpo è uno solo e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, pur essendo molte, sono un corpo solo, così anche il Cristo. Infatti noi tutti siamo stati battezzati mediante un solo Spirito in un solo corpo, Giudei o Greci, schiavi o liberi, e tutti sono stati dissestati da un solo Spirito…”: La Chiesa di Cristo è quindi l’insieme di tutti coloro che sono stati riscattati da Cristo avendo accettato il sacrificio di Cristo in croce, fratelli che hanno in comune la conversione in Cristo e che comunemente si radunano per adorare il solo vero fondamento della loro fede, Cristo. Quindi per Chiesa non si intende la Chiesa Cristiana Cattolica, che invece è a capo di colore che hanno creduto nel cattolicesimo, religione con regole e dogmi scelti e creati dall’uomo, ma la vera Chiesa è l’insieme delle persone che hanno creduto nel vangelo e hanno creduto, per fede, nel sacrificio di Cristo in croce e, di conseguenza, hanno ricevuto lo Spirito Santo che li guida, secondo il volere di Dio, in azioni e opere.

La Chiesa di Cristo, nel tempo voluto dal Signore che ritornerà dal cielo, verrà “rapita” e, da quel momento, sarà per sempre con Lui. Giovanni 14:2-3 “…Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no vi avrei mai detto: - Vado a prepararvi un posto? – Quandò sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. E del luogo dove io vado, conoscete la via…”, 1 Tessalonicesi 3:14-18 “…Se infatti crediamo che Gesù è morto e poi risorto, così anche Dio, per mezzo di Gesù, radunerà con lui coloro che sono morti. Sulle parole del Signore infatti vi diciamo questo: noi, che viviamo e che saremo ancora in vita alla venuta del Signore, non avremo alcuna precedenza sui morti. Perché il Signore stesso, a un ordine, alla voce dell’Arcangelo e al suono della tromba di Dio, discenderà dal cielo. E prima risorgeranno i morti in Cristo, quindi noi, che vivremo e saremo ancora in vita, verremo rapiti insieme con loro nelle nubi, per andare incontro al Signore in alto, e così per sempre saremo con Lui…”. Nel momento del “rapimento” i morti che erano credenti risusciteranno e i credenti ancora sulla terra saranno trasformati e riceveranno un corpo incorruttibile come quello degli angeli, 1 Corinzi 15:51-55 “…Ecco io vi annuncio un mistero: noi tutti non moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, ad un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba. Essa infatti suonerà e i morti risorgeranno incorruttibili e noi saremo trasformati. E’ necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta d’ incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità. E quando questo accadrà si sarà compiuta la parola del Signore: - la morte è stata inghiottita nella vittoria. Dov’è o morte la tua vittoria? Dov’è, o morte, il tuo pungiglione? - …”

Supponiamo ora che il ritorno di Cristo avvenga domani, come si giustificheranno questi fenomeni? I morti che risorgono e i vivi che spariranno? Davanti a questi eventi, se non esisterebbe nessun altra ipotesi, la civiltà umana non potrà fare altro che riconoscere l’esistenza di Dio, e riconosce che le Sacre Scritture hanno detto il vero. Inoltre non solo si dovrà riconoscere all’esistenza di Dio, ma anche quella del suo antagonista, Satana, che ha lavorato sulle menti dell’uomo, fino a quel momento, il quale si ribellerà a lui credendo la grazia e la salvezza di Dio. E allora a questo punto cosa sarebbe servito il sacrificio di Cristo in croce? Perché Dio dovrebbe ritornare una volta a prendersi la sua Chiesa, e poi ritornare per il giudizio universale?

Una risposta a tutto questo c’è, innanzitutto che Dio esiste ed è sempre vissuto, ha lasciato un messaggio di salvezza importante all’uomo ed è nelle Sacre Scritture, ha anche lasciato all’uomo la possibilità di sapere il destino dell’umanità e del mondo nel quale siamo stati messi, lasciando all’uomo il libero arbitrio di scegliere da che parte stare, perché non esiste una sola parte, non esiste solo un Dio, ma esiste anche Satana che mira a strappare a Dio più anime possibili prima della distruzione, di quelli che lo hanno seguito e del mondo. Satana è dall’esistenza dell’umanità che lavoro ininterrottamente per il suo scopo, con la menzogna, falsi miracoli e prodigi, ma soprattutto con astuzia spinge l’uomo ad allontanarsi dalla verità, a distogliere la sua attenzione su Dio e il suo profondo messaggio di amore e salvezza, dando all’uomo di crede in cose alternative che mettono addirittura in discussione l’esistenza di Dio. Questi fenomeni alieni non sono altro che il frutto di questa meccanizzazione del male per giustificare proprio il momento in cui Dio rapirà la sua chiesa. Quando questi uomini, donne e bambini, spariranno si darà la colta agli extraterrestri, così come avviene proprio in questi tempi, dove ci sono documenti e testimonianze di persone che spariscono e che agli extraterrestri si attribuisce la responsabilità. Satane e i suoi demoni lavorano a tutto questo, rendono possibili tutte queste cose per far si che l’uomo ne abbia prove tangibili, perché il male sa che all’uomo basta vedere e toccare per credere, e Satana questo gli offre, la possibilità di vedere e toccare quanto lui vuole fargli credere. Una via più facile, e più astuta, rispetto al sacrificio che Cristo chiede nel credere in Lui per fede. Un compromesso tra il male e l’uomo che andrà a ripercuotersi solo ed esclusivamente sull’uomo, che perderà l’unica possibilità di salvezza, dato che Satana è già a conoscenza che per lui c’è solo la fine e la morte come esito finale. Solo all’uomo Dio ha lasciato la scelta, e l’uomo, soggiogato da Satana, invece di preoccuparsi di accertarsi quale sia la verità, crede stupidamente all’inganno del male.

7 commenti:

  1. Per me converrebbe rileggere il libro di rael perché il concetto del divino nella religione raeliana non esiste neanche e Satana non fu cacciata da nessun "paradiso" perché il paradiso non esiste comunque tutto il racconto lo segnalerò al movimento raeliano....

    RispondiElimina
  2. Questa e una tua convinzione, io ho la mia...questo blog è aperto a tutti e al confronto con tutti, poi ogniuno rimane delle proprie convinzioni non sono certo qui a obbligare le persone a pensarla come me. Vuoi segnalare il mio racconto!? Ottimo ben venga, rimango libero di esprimere le mie opinioni in quanto tali.

    RispondiElimina
  3. condivido quello che hai scritto...ma come mai ritieni che padre pio sia un falso profeta?
    Alla fine ha dato solo frutti buoni e conosco persone che grazie a lui si sono convertite

    RispondiElimina
  4. condivido quello che hai scritto...ma come mai ritieni che padre pio sia un falso profeta?
    Alla fine ha dato solo frutti buoni e conosco persone che grazie a lui si sono convertite

    RispondiElimina
  5. io invece senza prove nn crederei a un bel nulla ecco!

    RispondiElimina
  6. se conosci dio e gli alieni presentaceli!

    RispondiElimina
  7. Il Demonio e' molto " astuto " e pur di " sviare " fa qualunque cosa , compreso come dice la Bibbia in 2° Corinzi 11 : 14 " non
    c'e' da meravigliarsi, perche' Satana continua a trasformarsi in
    Angelo di Luce " ! Quindi pur di farti Idolatrare ( facendoti magari inginocchiare di fronte a un idolo di letame : Levitico 26 : 30 ,1°Re 15 : 12 Isaia 42 : 8 Esodo 20 : 4 ) a "seguito" di una ,statuetta piangente , che ha compiuto una guarigione ! Satana ha un solo obiettivo : infrangere i comandi di DIO ! ....anche se a volte facendo del Bene apparente ! Cioe' sul momento ,ma in "cambio" avra' ottenuto la tua anima ! ATTENZIONE quindi , a come è a chi invochiamo , nelle nostre preghiere ! Rivolgiamole sempre a DIO !


    RispondiElimina