Shadowbox Effect

mercoledì 21 novembre 2012

SCANDALO A SAN VITTORE

Ancora una volta una notizia sconvolgente che ha come protagonista Alberto Barin, 51enne, cappellano del carcere di San Vittore, arrestato con l'accusa di violenza sessuale e concussione su sei ragazzi detenuti nel carcere. Ancora una volta membri della chiesa coinvolti in atti osceni come questo e ancora una volta la Chiesa tace! O meglio, un cominicato la curia di Milano lo ha fatto dove esprime il proprio sconcerto e il dolore per l'arresto di Padre Alberto Barin, manifesta la propria fiducia nelle indagini e si mette a disposizione delle indagini stesse. L'ennesimo messaggio che mi sa più una lavatina di coscienza che un vero e proprio atto di accusa! la curia è sconvolta e addolorata? ancora una volta? dopo tutti gli atti di pedofilia e violenza sessuale da parte di preti in tutto il mondo la curia si dice ancora sconcertata? A essere sconcertato sono io, sono le vittime, sono i genitori delle vittime, siamo tutti sconcertati del fatto che la Chiesa in merito non ha fatto ancora nulla, se non dei comunicati, dei discorsi di vescovi, cardinali e del Papa. A me personalmente i discorsi e i comunicati non interessano affatto, io voglio i fatti, voglio ed esigo che la Chiesa prenda delle dure decisioni in merito a questi episodi e che lavori per far si che questo non accada mai più! Cavolo hanno processato il maggiordomo del papa per aver reso pubbliche carte private del pontefice, che hanno alimentato un ulteriore scandalo nella chiesa, e possibile che stentano a prendere provvedimenti duri con questa gente? 
Non so di chi voi abbia visto il film sulla storia di Giovanni XXIII, il papa Buono, il film racconta di un amico di seminario dell'allora papa che fu scomunicato per avere ideologie differenti alle dottrine della chiesa cattolica, ideologie che si avvicinavano di più alla parola di Dio che alle regole della Chiesa, eppure fu scomunicato! Oggi i preti pedofili e accusati di tali atti la maggior parte delle volte riescono a farla franca proprio perchè coperti dagli stessi superiori e sull'argomento c'è sempre troppo silenzio da parte della Chiesa, lo stesso silenzio che ci fu durate la seconda guerra mondiale con lo sterminio degli ebrei.
La Chiesa ha il dovere morale di prendere posizioni chiare, forti e pubbliche in merito a tali atti, ha il dovere di rendere libera la chiesa da questo inutile sacrificio della castità, innanzitutto perchè la maggior parte non lo rispetta, e non solo, spinge, e non vuole essere una giustificazione, queste persone a fare atti sessuali come questi, inoltre vorrei capire dove ce scritto nelle sacre scritture che un prete non può aver moglie, servire Dio lo si può fare in qualsiasi circostanza e rendere le persone castrate della propria natura che Dio stesso a creato, sono certo che da solo un danno alla Chiesa e non un onore.
Io mi auguro che la Chiesa prenda un giorno atto dell'indecenza e dell'ipocrisia nella quale sta vivendo e che ci possa essere un capo che sappia riprendere in mano le redini dell'evangelizzazione, dell'amore e di tutti quei principi e valori che la Chiesa ha il dovere di trasmettere. E mi auguro che chi si accinge a intraprendere la strada del seminario lo faccia con amore, con dedizione al prossimo, consapevole che servire Dio comporta obblighi e rinunce, ma soprattutto comporta essere esempio d'amore per il prossimo e che se solo si ha il minimo dubbio di non farcela rinunciarvi, ma non si possono ripetere ancora atti cosi osceni come questo.

0 commenti:

Posta un commento